Marquez: "Mi aspettavo Daniel più vicino..."

Il pilota della Honda coglie la nona partenza al palo, ma è stupito del ritardo del compagno di squadra

Marquez:

Non fa notizia se sta davanti a tutti: a Brno in mattinata cominciavano a prendere corpo le voci che in Repubblica Ceca ci poteva essere chi poteva mettere il bavaglio al campione del mondo, Marc Marquez. Il giro più veloce di Daniel Pedrosa in FP3, quando si è simulata la pole position, e il successivo lampo di Valentino Rossi (prima della caduta del marchigiano) avevano illuso che si potesse rompere l'egemonia dello spagnolo. E, invece, Marc prosegue per la sua strada con una naturalezza impressionante: infila la nona pole position e prenota l'undicesimo successo di fila, giusto per non sentire più parlare del record di Giacomo Agostini e spostare più in alto l'asticella...

"Mi aspettavo di vedere più vicino Daniel - ammette Marquez - in qualifica è rimasto piuttosto indietro, ma per la gara di domani credo che dovrò fare i conti con lui: lo considero l'avversario più forte da battere e imposterò la mia tattica di gara proprio sul mio compagno di squadra. Non so se riuscirò a tenere il suo passo, che è molto buono, fino alla fine...".

Anche questa volta hai avuto una Ducati attaccata al codone: a Indianapolis era stato Dovizioso a succhiarti la scia, mentre qui è stato il turno di Iannone..."Ah, Andrea mi è stato attaccato tutto il giro e alla fine mi aveva preso la pole e allora all'ultimo giro ho cercato di riprendermela: è andato tutto bene e quindi sono molto contento...".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie