Lorenzo: "Dobbiamo far lavorare la gomma dura"

Il maiorchino ha provato delle novità, ma le ha scartate per ora. E' solo sesto anche se solo a due decimi

Lorenzo:

Jorge Lorenzo non è soddisfatto. Ha provato alcune soluzioni nuove portate a Brno dalla Yamaha per la M1, ma il maiorchino alla fine ha preferito tornare all'antico con soluzioni già collaudate di cui conosceva bene il limite. Alla fine si è dovuto accontentare di una sesta posizione che non è certo soddisfacente per uno che voleva sfidare Marc Marquez per la vittoria...

"Abbiamo provato diverse cose nuove, a cominciare dalla leva. ma poi ci siamo concentrati su quello che conoscevamo meglio e sull'elettronica più sviluppata. Alla fine è venuto fuori un giro abbastanza buono, però sono sesto in griglia anche se sono solo a un paio di decimi dalla vetta".

Credi di poter essere competitivo domani nel passo di gara?"Non lo so, dobbiamo cambiare ancora un po' di cose sulla moto. Con la gomma dura facciamo ancora un po' di fatica e credo che sia quello il pneumatico giusto per la corsa. Per noi ha una mescola troppo dura che non assorbe le le sconnessioni e le buche".

Eppure avete provato una soluzione diversa alla sospensione posteriore...
"Sì è vero, ma poi l'ho scartata, preferendo restare legato alle soluzioni che conosciamo meglio".

Ci vorrà una buona partenza?
"Non sarà sufficiente, dobbiamo assolutamente migliorare la moto con la gomma anteriore dura e trovare le giuste regolazioni per farla lavorare bene sulle sconnessioni. Poi vedremo..."

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Jorge Lorenzo
Articolo di tipo Ultime notizie