Spies: "La 1000 la sento più adatta a me"

Il pilota americano inizia la stagione 2012 con maggiori aspettative rispetto al passato

Spies:
Anche Ben Spies ovviamente è stato tra i protagonisti della presentazione ufficiale dello Yamaha Factory Racing, andata in scena oggi a Jerez. Il pilota americano ha parlato della stagione che sta per cominciare, ribadendo quanto già intuito nel corso dei test in Malesia: il passaggio alle 1000 sembra avergli giovato parecchio. "La 1000 la sento più adatta a me che la 800, e lo stesso vale per il mio stile di guida. La corporatura, la maggior stabilità della moto e i cavalli extra aiutano. Yamaha ha svolto un lavoro fantastico mettendoci a disposizione un buon pacchetto base. I test prestagionali stanno andando bene: tempi veloci e nulla di cui lamentarsi!" ha spiegato "Texas Terror". Secondo lui poi la M1 ha fatto grandi progressi nel corso dell'inverno: "Ritengo che gli ingegneri Yamaha abbiano lavorato davvero bene, e a Sepang siamo anche riusciti a testare parti nuove. Abbiamo trovato buone soluzioni su diversi aspetti nell’elettronica e nel motore. Ora ci aspetta l’ultimo test ufficiale, dove ne approfitteremo per sperimentare cose nuove e prepararci al meglio per il primo appuntamento in calendario". Per questo l'ex campione del mondo della Superbike confida molto nel potenziale della sua moto per il 2012: "La M1 2012 è ben bilanciata, un po’ come lo era la 800, ma questa volta con dei miglioramenti nei punti dove non brillavamo. Il bilanciamento del prototipo è la chiave principale, e ora non ci sono aree più forti delle altre ma semplicemente non esistono più punti deboli. Questa è la moto giusta per affrontare il campionato per tutta la sua durata".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Ben Spies
Articolo di tipo Ultime notizie