Ben Spies deve rinunciare alla gara di Phillip Island

Ben Spies deve rinunciare alla gara di Phillip Island

L'infortunio alla spalla è più grave del previsto e il pilota della Yamaha dovrà operarsi

Ci risiamo: ancora una volta l'esito delle prime analisi a cui è stato sottoposto un pilota della MotoGp è stato smentito da accertamenti più approfonditi. Questa volta a farne le spese è stato Ben Spies, che sarà costretto a saltare il Gp d'Australia a Phillip Island a causa dell'infortunio rimediato ieri, durante la gara di Sepang. Il pilota texano era parso subito molto dolorante dopo la sua caduta, ma i primi esami svolti in autodromo avevano parlato solo di una forte contusione alla spalla sinistra. Oggi però è stato trasferito a Kuala Lumpur, dove gli è stato diagnosticato un infortunio che prevede addirittura un intervento chirurgico. Domani Ben partirà per gli Stati Uniti, dove verrà curato appunto alla spalla, ad una costola incrinata, ma anche per un lieve problema polmonare. Al suo posto comunque la Yamaha non schiererà un sostituto a Phillip Island. "Sono senza parole, in questa stagione abbiamo dovuto fronteggiare una mole incredibile di avvenimenti sfortunati. Ieri ho preso una brutta botta e gli esami a cui sono stato sottoposto oggi hanno evidenziato che l'infortunio richiede più attenzione del previsto. E' un peccato dover andare negli Stati Uniti invece che a Phillip Island, ma è ovviamente più importante guarire in questo momento" ha detto "Texas Terror".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Ben Spies
Articolo di tipo Ultime notizie