Barcellona, Libere 3: Bradl sorprende Marquez!

Barcellona, Libere 3: Bradl sorprende Marquez!

Il tedesco con la Honda di Cecchinello migliora all'ultimo giro. Terzo Espargaro su Smith e Pedrosa

Stefan Bradl ha inventato un giro monstre nella terza sessione di prove libere del Gp di Catalunja a Barcellona: la MotoGp ha offerto un turno che sembrava da qualifica per la sfida che ha spinto tutti i piloti e cercare un posto nei top ten per entrare di diritto alla Q2 del pomeriggio. Il tedesco sulla Honda di Lucio Cecchinello dotata di gomma dura anteriore e media posteriore si è inventato un 1'41"357 nella tornata in cui ha preso la bandiera a scacchi, che ha costretto Marc Marquez al posto d'onore a 194 millesimi di secondo. Il campione del mondo ha sparato la sua prestazione dopo aver lavorato sulla sospensione anteriore della sua Honda HRC: il "cabroncito" pare aver risolto i guai di messa a punto, per cui prepariamoci a vedere il suo attacco alla pole, anche se questa volta la sua superiorità è parsa meno evidente che in altre situazioni. Il terzo tempo è stato centrato da Aleix Espargaro con la Forward-Yamaha in configurazione Open: lo spagnolo è un osso duro che conosce molto bene la pista di Barcellona e con la gomma Bridgestone morbida potrebbe tentare l'attacco alla pole. Sarebbe uno smacco per i team factory che, Marquez a parte, sono parsi un po' in difficolta rispetto a quelli satellite! Non deve stupire, quindi, se il quarto crono è appannaggio di Bradley Smith con la migliore Yamaha del team Tech 3, davanti a Dani Pedrosa con la seconda Honda HRC: il pilota di casa solo tre decimi dalla vetta, ma è appena quinto. Si registra un clamoroso livellamento delle prestazioni che porta i primi dieci a essere compresi in un distacco di appena mezzo secondo! Deludente la prestazione delle due Yamaha factory con Jorge Lorenzo sesto davanti a Valentino Rossi. Ha stupito Jonny Hernandez capace di stare attaccato al codone del "Dottore" con la Ducati del team Pramac: il sudamericano sfruttando le linee di Vale è risultato il migliore fra i piloti con la Desmosedici, mettendosi alle spalle Andrea Dovizioso (di 10 millesimi di secondo) e Pol Espargaro con la seconda Yamaha di Poncharal. Sono rimasti fuori dai primi dieci Alvaro Bautista, Cal Crutchlow e, un po' a sorpresa, Andrea Iannone che era atteso più in alto. A Montmelò fa un gran caldo, ma c'è il rischio che domani possa piovere...
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Stefan Bradl , Aleix Espargaro
Articolo di tipo Ultime notizie