Lorenzo: "Abbiamo fatto il massimo"

Il pilota della Yamaha ammette con onestà che le Honda sono troppo lontane anche in ottica gara

Lorenzo:
Jorge Lorenzo ha fatto fatica a nascondere la sua delusione al termine delle qualifiche del Gp di Austin di MotoGp. Il pilota della Yamaha ha conquistato un posto in prima fila, ma il problema è il distacco di 1" dalle due Honda, che sembrano avere un passo insostenibile per lui anche in ottica gara. Il campione del mondo in carica, infatti, con grande onestà, ha ammesso che il terzo posto è il miglior risultato cui può ambire la sua M1 al momento. "Il motociclismo è così: qualche volta ti trovi davanti come in Qatar, dove abbiamo fatto la pole e poi abbiamo vinto, qualche altra invece non riesci ad essere altrettanto forti. In questi casi bisogna essere realisti, non cadere e cercare di portare a casa dei punti. Questo credo che sia il massimo risultato a cui possiamo ambire in questo momento". Ai microfoni di Italia 1 il maiorchino ha spiegato il motivo del suo passaggio in pit lane ad un paio di minuti dal termine, che gli ha impedito di sfruttare la seconda gomma morbida: "C'erano tanti piloti dietro di me che provavano a prendermi la scia, sicuramente ho riconosciuto Crutchlow e Bautista, quindi ho preferito fare un passaggio nei box, ma perchè credevo di avere il tempo per fare un altro giro. Purtroppo avevo fatto male i conti".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP delle Americhe
Circuito Circuito delle Americhe
Piloti Jorge Lorenzo
Articolo di tipo Ultime notizie