Crutchlow più forte del dolore nelle prime libere

Crutchlow più forte del dolore nelle prime libere

Il pilota inglese non è ancora al 100%, ma è secondo. Dovizioso ha già trovato un buon passo gara

Non poteva esserci inizio migliore per il team Monster Yamaha Tech3 ad Assen e in particolare per Cal Crutchlow. Qualche noia alla caviglia questa mattina e poi grande cavalcata nel pomeriggio che gli ha permesso di chiudere a 6 millesimi dal miglior tempo. Non è deluso nemmeno Andrea Dovizioso. Il suo ottavo tempo non lo preoccupa, convinto di avere un ritmo di gara già sufficientemente buono. Cal Crutchlow: "Sono felice di aver fatto il secondo miglior tempo considerando che la mia condizione fisica non è ancora la migliore dopo l'incidente di Silverstone. Questa mattina non ero al 100%, anche se ho potuto fare un po' di ciclismo a casa, non mi sentivo benissimo. La caviglia faceva male e ho avuto bisogno di molto tempo per entrare in ritmo. Tutto sommato sono molto contento di essere secondo, perché il dolore c’è. Sono sicuro che più tempo passo sulla moto più le cose miglioreranno. Nel pomeriggio è andata bene: ho provato le gomme dure e morbide sul posteriore e ho avuto un buon feeling con entrambe. L'obiettivo per questo fine settimana è quello di rimanere tra i primi 6". Andrea Dovizioso: "Le caratteristiche di questa pista mettono tutti su tempi più o meno simili, ma se si guardano le gomme, si capisce chi ha un buon ritmo di gara e chi no. Ovviamente avrei voluto essere più in alto in classifica, ma non sono scontento del mio passo di gara. Sono abbastanza veloce e posso migliorare il setting della moto, in particolare sull’anteriore. Non ho la sufficiente stabilità in entrata di curva e non posso essere aggressivo come vorrei, ma rimango a 3 decimi dal ritmo del più veloce".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Dovizioso , Cal Crutchlow
Articolo di tipo Ultime notizie