Rossi: "Con la 1000 siamo più lenti delle 800"

Dopo la gara di ieri, Valentino ha lanciato un altro messaggio d'allarme

Rossi:
26 secondi di distacco in una gara di 23 giri sono un bel fardello da portarsi dietro per uno come Valentino Rossi, che in passato avrebbe meritato la nomina a sindaco del Mugello per tutte le volte che è riuscito a salire sul gradino più alto. Il grosso problema è che questo pesante gap dai primi sembra non sia stata la nota più dolente della domenica della Ducati. Nelle interviste post-gara, il "Dottore" si è infatti lasciato scappare un dato che, se veritiero, è davvero preoccupante anche in ottica 2012. "Nei test con la Ducati 1000 sono andato più lento rispetto ai piloti più veloci oggi con la 800! C'è da lavorare" è il messaggio d'allarme che Valentino ha lanciato mentre chiacchierava durante gli approfondimenti della corsa. Un messaggio chiaro a tutta la truppa di Borgo Panigale... La parola d'ordine quind diventa: lavorare, lavorare e lavorare. Peccato però che oggi i lavori siano già fermi a causa della mancanza di motori di ricambio: "La nostra condizione dei motori è già al limite, è inutile quindi cercare di mettere a posto la moto qui al Mugello e poi arrivare al Sachsenring avendo consumato un altro motore. Non si può".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie