Problemi Morbidelli: "Non abbiamo trovato una chiara causa"

Franco Morbidelli ha ammesso che non è stata trovata nessuna causa evidente per i problemi che lo hanno portato a completare il Gran Premio del Qatar di domenica scorsa solamente in 18esima posizione. Tuttavia, saranno sostituite tutte le parti a rischio.

Problemi Morbidelli: "Non abbiamo trovato una chiara causa"

Durante l'inverno, Franco Morbidelli era stato etichettato come uno dei favoriti per la vittoria nella gara inaugurale di domenica scorsa, ma è precipitato dal settimo posto in griglia al 18esimo sotto alla bandiera a scacchi.

Fonti vicine alla squadra hanno confermato a Motorsport.com che il problema di Morbidelli sia derivato da un dispositivo holeshot difettoso.

Alla vigilia del secondo Gran Premio della stagione, quello di Doha che si disputerà sempre in Qatar, il pilota della Yamaha Petronas ha confermato di aver accusato un problema al dispositivo sulla griglia di partenza, ma che poi questo ha "lavorato bene" durante la corsa, anche se lui ha continuato a faticare.

Tuttavia, ha anche dovuto ammettere che per il momento non è stato trovato il motivo delle sue difficoltà: "Abbiamo cercato di analizzare ciò che è successo lo scorso fine settimana, ma non abbiamo potuto individuare un elemento chiaro che ci abbia reso così lenti in gara".

"Abbiamo potuto vedere che c'era un problema con il sistema di partenza sulla griglia. Apparentemente era stato risolto e poi in gara il dispositivo funzionava bene, ma il mio feeling e le mie prestazioni hanno continuato a peggiorare".

"Abbiamo intenzione di cambiare ogni elemento su cui abbia dei dubbi, in maniera di poter iniziare questo weekend da zero, sperando che i problemi che abbiamo avuto la seconda settimana possano andare via".

 

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Subito dopo la gara di domenica scorsa, Morbidelli aveva messo in dubbio la velocità con cui la Yamaha lo avrebbe aiutato a risolvere i suoi probemi, dicendo a MotoGP.com: "So di non essere nella top list di Yamaha in questo momento, ma spero che prendano la cosa con molta serietà".

Quando oggi gli è stato chiesto da Motorsport.com di chiarire questi commenti, Morbidelli ha detto che erano dovuti alla foga del momento, inoltre ha elogiato la Yamaha per il modo in cui ha risposto al suo problema.

"Forse dopo la gara mi sono spiegato un po' troppo bruscamente, a causa dell'adrenalina dovuta ad un risultato così deludente e ad un feeling così brutto", ha detto.

"Quello che volevo dire è che sicuramente non sono in cima alla loro lista. Hanno altri piloti ufficiali di cui preoccuparsi, questo è sicuro".

"Mi stavo chiedendo la tempistica del loro aiuto e alla fine è stata grandiosa. Mi hanno dato tutto il supporto che possono darmi nel modo giusto. Quindi va tutto bene".

"Quello che ho detto domenica è stato 'naturale'. Ho solo detto che potrei non essere il primo pensiero della Yamaha, ma è la verità e va bene così. Comunque questo non significa che sono arrabbiato con la Yamaha o con qualcuno in particolare. La cosa più importante è che ci sia stata una buona risposta".

Qualcuno gli ha anche domandato se a livello di immagine non fosse stato meglio ritirarsi piuttosto che correre in quelle condizioni, ma Franco è stato chiaro: "Il rispetto per la mia squadra è più importante della brutta figura che posso aver fatto domenica".

condividi
commenti
Petrucci: "Mi faceva male la spalla, ma ora va meglio"
Articolo precedente

Petrucci: "Mi faceva male la spalla, ma ora va meglio"

Articolo successivo

Rossi: "In passato i piloti giovani avevano più rispetto"

Rossi: "In passato i piloti giovani avevano più rispetto"
Carica i commenti