Morbidelli: "E' stata la gara più bella della mia vita"

Il pilota della Yamaha Petronas ha celebrato la sua seconda vittoria in MotoGP ad Aragon, spiegando di aver guidato come mai prima e ringraziando il team.

Morbidelli: "E' stata la gara più bella della mia vita"

Franco Morbidelli aveva detto molto chiaramente di puntare alla vittoria oggi a Motorland Aragon, ma alle parole il pilota della Yamaha Petronas ha fatto seguire i fatti.

Scattato benissimo dalla prima fila, si è infatti messo davanti dopo poche curve, approfittando anche della scivolata del poleman Takaaki Nakagami, e da lì ha dato vita ad un monologo che si è concluso solamente sotto alla bandiera a scacchi, dove ha celebrato la sua seconda affermazione nella top class dopo quella di Misano.

Un trionfo che a caldo Franco ha indicato come probabilmente la gara più bella della sua vita. Ed effettivamente si fa fatica a dargli torto, visto che ha anche rilanciato le sue ambizioni iridate, riportandolo a -25 dal leader Joan Mir.

"La mia analisi è che forse è stata la gara più bella della mia vita. Sapevo di dover essere aggressivo e sono partito forte. C'è stato un po' un inciampo con Nakagami, ma poi lui è caduto ed io ho avuto via libera davanti a me. Da quel momento in poi mi sono detto che avrei dovuto dare tutto fino alla fine" ha detto Morbidelli ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD.

"Ero convinto del lavoro che avevamo fatto durante le prove, quindi credevo molto nella durata delle gomme ed ho spinto molto fin dall'inizio. Alla fine ero un po' in difficoltà, ma anche gli altri a quanto pare. E' stata una gara bellissima, perché ho spinto tantissimo fino a quattro giri dalla fine".

Leggi anche:

Morbidelli poi ha sottolineato proprio il grande lavoro della sua squadra, ed in particolare del capo tecnico Ramon Forcada. fondamentale per andare a cogliere questa vittoria

"Questa vittoria l'abbiamo costruita davvero di team. Ieri con Ramon siamo stati fino alle dieci nel box per capire cosa potevamo fare per migliorare ancora un pelino la moto e far durare un pelino di più questa gomma. Li ringrazio tanto, perché si vede che ci mettono il cuore, e stiamo andando molto bene".

Indubbiamente però anche il #21 ci ha messo tanto del suo a livello di guida e dopo la gara ha ammesso di aver trovato un feeling che forse non aveva mai provato prima nella sua carriera.

"L'anno scorso avevo visto un video del capo tecnico di Vietti, che diceva che Celestino entra un po' in una zona magica ad un certo punto della gara. Io non ci credevo ed ho anche un po' preso in giro Celestino, ma oggi ho capito questa cosa, perché mi veniva tutto in maniera veramente naturale, poi avevo un livello di concentrazione veramente alto. La gara è scivolata via come un bicchier d'acqua, è stata un trip, come se fosse durata solo due giri e non 23".

Uno dei tratti in cui era più evidente il suo miglioramento rispetto alla scorsa settimana erano le curva 14 e 15 ed il relativo cambio di direzione.

"Mi venivano molto bene, invece la gara scorsa erano il nostro punto debole. Abbiamo lavorato molto per migliorare il turning a centro curva ed abbiamo fatto un grande step. Il risultato si è visto oggi".

Prima di tornare ai box, Morbidelli ha festeggiato la vittoria con il pilota di Moto3 Andrea Migno, suo grande amico che lo ha raggiunto in pista. Il pilota dello Sky Racing Team VR46 ha preso anche la manopola del gas della sua M1 e ha dato una bella sgasata. Franco quindi gli ha mandato un simpatico messaggio davanti alle telecamere.

"Mig, ho pochi motori, non puoi sgasare tutte le volte così! Te lo dico in diretta tv, perché tanto se te lo dico quando siamo da soli non mi dai retta!".

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
1/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
2/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
3/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
4/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
5/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
6/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
7/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
8/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
9/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
10/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
11/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
12/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
13/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
14/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
15/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
16/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
17/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
18/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
19/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
20/20

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
MotoGP: Morbidelli sbanca Teruel davanti alle Suzuki
Articolo precedente

MotoGP: Morbidelli sbanca Teruel davanti alle Suzuki

Articolo successivo

Mir: "Abbiamo la velocità per lottare per il titolo"

Mir: "Abbiamo la velocità per lottare per il titolo"
Carica i commenti