MotoGP
25 mar
Prossimo evento tra
26 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
34 giorni
G
GP d'Argentina
08 apr
Postponed
G
GP delle Americhe
15 apr
Postponed
G
GP del Portogallo
16 apr
Prossimo evento tra
48 giorni
G
GP di Spagna
29 apr
Prossimo evento tra
61 giorni
G
GP di Francia
13 mag
Prossimo evento tra
75 giorni
G
GP d'Italia
27 mag
Prossimo evento tra
89 giorni
G
GP della Catalogna
03 giu
Prossimo evento tra
96 giorni
G
GP di Germania
17 giu
Prossimo evento tra
110 giorni
G
GP d'Olanda
24 giu
Prossimo evento tra
117 giorni
G
GP di Finlandia
08 lug
Prossimo evento tra
131 giorni
G
GP d'Austria
12 ago
Prossimo evento tra
166 giorni
G
GP di Gran Bretagna
26 ago
Prossimo evento tra
180 giorni
G
GP di Aragon
09 set
Prossimo evento tra
194 giorni
G
GP di San Marino
16 set
Prossimo evento tra
201 giorni
G
GP del Giappone
30 set
Prossimo evento tra
215 giorni
G
GP d'Australia
21 ott
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP di Malesia
28 ott
Prossimo evento tra
243 giorni
G
GP di Valencia
11 nov
Prossimo evento tra
257 giorni

Morbidelli: "Al terzo giro ho capito che non era giornata"

Il pilota della Yamaha Petronas era convinto di poter lottare per la vittoria ad Aragon, invece le condizioni sono cambiate in gara e si è ritrovato a dover limitare i danni.

condividi
commenti
Morbidelli: "Al terzo giro ho capito che non era giornata"

Ieri aveva mancato la prima fila per un soffio, ma Franco Morbidelli aveva la convinzione di poter lottare per la vittoria a Motorland Aragon. Un'idea che però si sbriciolata dopo appena pochi passaggi, quando ha capito che l'aumentare della temperatura ed il calo del grip della pista avrebbero reso la vita molto difficile alle Yamaha, nonostante avessero dominato il resto del weekend.

Il pilota del Team Petronas non ha alimentato false speranze, realizzando subito che sarebbe stato impossibile reggere il passo delle Suzuki e delle Honda e concentrandosi sul cercare di limitare i danni e magari di essere il migliore tra le M1. Una missione che ha compiuto solo a metà, chiudendo sesto, ma alle spalle di Maverick Vinales, che invece si è piazzato quarto.

"Al terzo giro ho capito che non era più il weekend della Yamaha, quando ho visto Rins superarmi così presto. Ho capito che sarebbe stata una gara completamente diversa rispetto a quello che abbiamo visto venerdì e sabato" ha spiegato Morbidelli.

"Da lì in poi ho cercato solo di fare il mio passo e di andare a prendere Maverick, dimenticandomi delle Suzuki e delle Honda, perché quando il grip diminuisce così noi cominciamo a fare molta fatica".

Leggi anche:

"Ho deciso di fare la gara sulle Yamaha. Ho passato Quartararo e mi sono avvicinato a Vinales. Sono riuscito a recuperare un po' di terreno, ma non abbastanza. E' stato uno schiaffo, ma non più di tanto perché l'ho capito subito, quindi ho avuto tempo di metabolizzare la situazione e di provare a reagire durante la gara" ha aggiunto.

Per l'ennesima volta, dunque, le Yamaha si sono sciolte in gara dopo aver dominato in lungo e in largo il resto del weekend. Secondo Morbidelli, il problema sembra essere che la M1 è una moto che vola quando può fare le sue linee, ma che nel traffico perde i suoi punti di forza.

"Spesso e volentieri, in prova giriamo da soli, quindi possiamo mantenere le nostre linee e riusciamo a fare dei tempi molto buoni. Oggi, dopo che ho subito il sorpasso di Rins ho girato 1"2 più piano. 1" più piano dopo il sorpasso di Alex Marquez".

"Purtroppo se perdi l'inerzia giusta fuori dalla curva, fai fatica a recuperare, perché ti mancano accelerazione e velocità. Questa è la prima cosa che mi viene in mente, ma magari ce ne saranno anche delle altre".

Tra cinque giorni si tornerà nuovamente in pista al Motorland, con nuovi spunti su come cercare di migliorare la situazione in gara.

"Io credo che i problemi diminuiranno. Il secondo weekend sulla stessa pista è sempre diverso. Non dico più facile, ma sicuramente ci sono degli aspetti che hai già avuto modo di risolvere il primo fine settimana. Sai già quali sono gli aspetti su cui devi lavorare maggiormente e questo sarà d'aiuto" ha concluso.

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
1/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
2/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
3/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
4/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
5/18

Foto di: MotoGP

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
6/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
7/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
8/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
9/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
10/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
11/18

Foto di: MotoGP

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
12/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
13/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
14/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
15/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
16/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
17/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
18/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Mir: "Credevo di vincere, ma ho avuto un problema all'anteriore!"

Articolo precedente

Mir: "Credevo di vincere, ma ho avuto un problema all'anteriore!"

Articolo successivo

Dovizioso: "Gara salvata nelle FP4. Per il titolo serve di più"

Dovizioso: "Gara salvata nelle FP4. Per il titolo serve di più"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Aragon
Sotto-evento Gara
Location Motorland Aragon
Piloti Franco Morbidelli
Team Petronas Yamaha SRT
Autore Matteo Nugnes