Mir: "Se Brivio torna in Suzuki sarò felice, ha fatto un buon lavoro"

Joan Mir ha detto oggi a Misano che sarebbe felice se le voci di un possibile ritorno in Suzuki di Davide Brivio dovessero trovare conferma nel 2022.

Mir: "Se Brivio torna in Suzuki sarò felice, ha fatto un buon lavoro"

Nelle ultime settimane si sono intensificate le voci di un possibile ritorno di Davide Brivio nella sua precedente posizione di team manager della Suzuki, con la quale lo scorso anno aveva vinto sia il Mondiale Team che quello piloti con Joan Mir.

Il manager italiano ha lasciato la MotoGP per tentare la fortuna in Formula 1 in questa stagione, anche se sembra che non sia riuscito a ritagliarsi lo spazio sperato all'interno del management dell'Alpine. Cosa che lo avrebbe portato a considerare un ritorno nel paddock della MotoGP.

"La partenza di Davide è stata un qualcosa che nessuno si aspettava in Suzuki. La sua assenza doveva essere colmata da Sahara, ma fare quel ruolo non è il suo lavoro. Questo lo ha gravato di più responsabilità, ma penso che sia stata una cosa che ha sentito soprattutto lui. Ma Sahara sa che abbiamo bisogno di mettere una figura in quel posto per far funzionare tutto un po' meglio", ha detto Mir quando gli è stato domandato del possibile ritorno di Brivio.

"Non so se Davide tornerà a no, posso solo dire che se torna sarei felice. Ha fatto un buon lavoro e se lascerà la Formula 1 per tornare qui, vuol dire che forse nel suo lavoro attuale non si è trovato così a suo agio", ha aggiunto Mir.

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Photo by: Suzuki MotoGP

Tuttavia, a sole tre gare dal termine della stagione, nessuno in Suzuki sembra sapere se effettivamente tornerà Brivio o se al suo posto arriverà un altro team manager. Cosa che lascia intravedere una mancanza di lungimiranza da parte della Casa giapponese.

"Penso che durante tutto l'anno ci siano molte cose da fare, durante la stagione non è il momento migliore per queste mosse. Credo che stiano aspettando la fine della stagione per prendere decisioni. Se sarà qualcun altro, dovranno insegnargli diverse cose, quindi non credo che sia qualcosa che possa essere fatto durante la stagione", ha detto il maiorchino.

Leggi anche:

Guardando al fine settimana, il campione del mondo 2020 pare piuttosto fiducioso in vista del secondo round sul tracciato di Misano.

"Arriviamo alle ultime tre gare riposati e ben preparati, sono felice perché sono stato in grado di allenarmi bene durante queste settimane senza gare. Quindi sembra un buon fine settimana, siamo stati veloci nel test (quello a Misano dopo il GP) e anche nella gara precedente, anche se non avevo scelto le gomme giuste".

"Ho il potenziale per fare molto di più rispetto a quello che abbiamo ottenuto nella gara precedente (chiusa al sesto posto). Vediamo se potremo essere in lotta per la vittoria, che è il nostro obiettivo", ha detto lo spagnolo.

condividi
commenti
Petrucci: "Il corso di navigazione è stato molto interessante"
Articolo precedente

Petrucci: "Il corso di navigazione è stato molto interessante"

Articolo successivo

Viñales: "Sono l'uomo più felice del mondo, ma nel momento più triste"

Viñales: "Sono l'uomo più felice del mondo, ma nel momento più triste"
Carica i commenti