MotoGP
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
WU in
02 Ore
:
49 Minuti
:
51 Secondi

Miller: "Spero di essere più vicino a Marquez l’anno prossimo”

condividi
commenti
Miller: "Spero di essere più vicino a Marquez l’anno prossimo”
Di:
Tradotto da: Lorenza D'Adderio
27 ott 2019, 15:14

L’australiano del team Pramac ha conquistato il podio all’ultimo giro, dopo la caduta di Maverick Viñales.

Grande giornata per Jack Miller, che correva in casa e sfoggiava una livrea speciale per l’occasione. L’australiano è partito bene in gara e si è agganciato al gruppo di testa in lotta per la prima posizione delle fasi iniziali di gara. Ma quando Maverick Viñales si è portato al comando, il ritmo è cambiato e Miller non è riuscito a stargli dietro.

Anche Marc Marquez e Cal Crutchlow sono scappati via, così l’alfiere Pramac si è visto costretto a lottare per la quarta posizione. Tuttavia, la caduta di Viñales alla curva 10 dell’ultimo giro ha visto aprirsi uno spiraglio per il podio. Miller se ne è reso conto e ha dato tutto negli ultimi metri per conquistare la terza posizione.

 

“Alle ultime tre curve mi sono messo paura. Ho visto della polvere alla curva 9 e mi sono reso conto che era Maverick. Quello era il mio momento e ho fatto tutto il possibile per conquistare questo podio. Ho provato a chiudere tutte le porte per non perdere la posizione. È stato incredibile, mi sento fortunato”.

La scelta degli pneumatici però lo ha penalizzato: “Sapevo che la mia gara sarebbe stata condizionata montando la gomma morbida. Ho solo provato ad andare con il mio ritmo, ma vedevo che Marc e Maverick scappavano e che sarebbe stato difficile raggiungerli. È diventato un podio all’ultimo giro”.

Leggi anche:

L’australiano conquista così il suo quarto podio della stagione e spera di poter fare qualche passo in avanti il prossimo anno: “Complimenti a Marquez, quest’anno è stato inarrestabile. Spero che l’anno prossimo possiamo essere più vicini a lui”.

Dopo la cancellazione delle qualifiche nella giornata di sabato, Miller è stato obbligato a disputare parte di warm up, qualifiche e gara senza cadere per non rimanere senza livrea speciale: “Ho dovuto fare la qualifica con questa tuta, ma ne abbiamo fatta solo una per il warm up e per la gara, quindi se fossi caduto sarei rimasto senza. Ringrazio Pramac che mi ha permesso di indossare questa livrea, hanno fatto un gran lavoro”.

Scorrimento
Lista

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
1/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
2/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
3/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
4/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing, drinking from his boot

 Jack Miller, Pramac Racing, drinking from his boot
5/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Jack Miller, Pramac Racing

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Jack Miller, Pramac Racing
6/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Cal Crutchlow, Team LCR Honda, Jack Miller, Pramac Racing

Marc Marquez, Repsol Honda Team, Cal Crutchlow, Team LCR Honda, Jack Miller, Pramac Racing
7/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing

Jack Miller, Pramac Racing
8/8

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Articolo successivo
Iannone: "Sono il primo a portare la RS-GP in testa, che orgoglio!"

Articolo precedente

Iannone: "Sono il primo a portare la RS-GP in testa, che orgoglio!"

Articolo successivo

Lorenzo: “Spero che le cose cambino, ma non succede”

Lorenzo: “Spero che le cose cambino, ma non succede”
Carica i commenti