Miller scherza: “Se Vale mi paga, lo faccio passare!”

Jack Miller vuole concludere la stagione 2021 provando a replicare il risultato di domenica scorsa a Portimao. Ma Valencia sarà l'ultima gara anche per Valentino Rossi, su cui il pilota Ducati scherza per la conquista del podio. Ultimo appuntamento anche per Petrucci, di cui l'australiano sentirà la mancanza.

Miller scherza: “Se Vale mi paga, lo faccio passare!”

Il podio di domenica scorsa a Portimao è stato sicuramente un risultato incredibile per Jack Miller, che arriva a Valencia con l’intenzione di replicare il risultato. Certo, il Ricardo Tormo non è mai stata una pista particolarmente amica della Ducati, tuttavia l’australiano arriva all’ultimo appuntamento della stagione in un ottimo stato di forma e caricato dal risultato dell’Algarve. La gara conclusiva del 2021 rappresenterà per Miller un weekend speciale, perché, a dispetto delle difficoltà della moto, ama questo tracciato ed è determinato a far bene.

Nel giovedì che precede il Gran Premio di Valencia, Miller appare decisamente entusiasta di tornare finalmente a correre sulla pista spagnola: “Mi piace venire a Valencia, non c’è modo migliore che affrontare un Gran Premio dopo un podio. Valencia la adoro, non so perché, ma è una pista che apprezzo molto. Poi è anche la fine della stagione e so che vado a casa a breve, quindi sono carico per questo fine settimana”.

La gara di Valencia segnerà la fine di un’era, quella di Valentino Rossi, che ha fatto appassionare tantissima gente al motociclismo. Alcuni, più di altri, guardandolo hanno deciso di seguire le sue orme e tra questi c’è proprio Jack Miller, che ricorda il suo primo gran premio dal vivo e quanto si sia sentito privilegiato a condividere la pista per tanti anni con quello che è stato uno dei suoi idoli: “Vedendo quelle moto esposte, mi ricordo di avere una foto, forse avevo 14 anni, del mio primo Gran Premio a Phillip Island. Il fatto di essere cresciuto osservandolo mi portava a pensare che non avrei mai immaginato di poter correre con lui o contro di lui”.

“Sono stato fortunato ad essere addirittura sul podio con lui, se non ricordo male in Texas. Non avrei mai pensato che sarebbe mai accaduto, invece è successo ed è stato speciale. Poi vedere i messaggi dei tifosi dimostra quanto lui ha fatto per lo sport. Ha dimostrato che si può essere super aggressivi, ma che si possa essere anche divertenti e divertirsi ed essere un pilota dominante. Ha aperto una nuova generazione, non saremmo come siamo se non fosse per lui. Dobbiamo ringraziarlo”.

Non manca poi una battuta, come tipico del suo carattere. In molti hanno ipotizzato che i piloti potrebbero far passare Valentino durante la gara per fargli conquistare il suo 200esimo podio in carriera proprio nella sua ultima gara. Miller ci scherza su e afferma: “Beh, Valentino ha tanti soldi! Quindi se volesse parlarne, io sono un businessman. Sono aperto alle trattative...a parte gli scherzi, non gli piacerebbe e non vorrebbe”.

Leggi anche:

Se il futuro di Rossi nelle moto si conclude domenica, quello di Miller non sembra finire nell’immediato. Però l’australiano scherza su come si vedrà nei prossimi anni: “Il mio futuro? Non sono così anziano, ma non ho nemmeno un contratto per l’anno prossimo. Quindi magari andrò con Danilo nella Dakar! Devo dire che ho sempre tantissimi piani che mi vengono in mente. Probabilmente finirò grasso sul mio trattore! Questa sarà forse la mia fine!”

Proprio Danilo Petrucci è il secondo pilota che domenica pomeriggio, una volta sceso dalla sua KTM, dirà addio alla MotoGP. Non ha certamente avuto l’impatto di Valentino, ma il ternano è indubbiamente una figura che mancherà al mondiale, in particolare a Miller. Jack ha infatti condiviso il box con Petrux nel 2018, quando entrambi correvano con il team Pramac, e spende parole di lode nei confronti di Danilo: “Gli ho chiesto se viene anche suo fratello questo weekend, quindi siamo nei guai! Scherzi a parte, è stato bello condividere il box con lui. Per me sono state le stagioni più belle con lui, senza togliere niente a Pecco. Devo dire che è stato fantastico, l’atmosfera nel box era bellissima abbiamo anche un carattere simile”.

“Danilo non viene apprezzato a sufficienza per quello che ha fatto e da dove è arrivato – prosegue – Ha fatto un ottimo lavoro, è stato una grande ispirazione per questo sport e per come ha cambiato la sua vita per adattarsi a tutto ciò. Perché non ha il fisico per questo sport, ma ha sacrificato tutto per farlo. Questo evidenzia la sua forza come pilota. Dobbiamo ringraziarlo per quello che ha fatto”.

Miller conclude poi parlando dei suoi più bei ricordi con Petrucci: “Il più bel ricordo di Danilo? Per chi ha corso con lui e conosce il suo stile, quando entra in curva come mette le gambe. L’anno scorso a Portimao durante la Superbike, era lì e ricordo che c’era anche Sylvain che provava la MotoGP. Mi ricordo che provavamo tutti insieme in pista, a un certo punto mi ricordo che lui è rimasto dietro Danilo e, tra la Curva 4 la 5, Danilo ha usato il suo stile classico con l’abs che saltellava e ha fatto la Curva 5 come se fosse l’ultima della gara, con le gambe di fuori”.  

condividi
commenti
Bagnaia propone: "Scortiamo Valentino nel giro d'onore"
Articolo precedente

Bagnaia propone: "Scortiamo Valentino nel giro d'onore"

Articolo successivo

Espargaró: “Ho la motivazione per correre altri due o tre anni”

Espargaró: “Ho la motivazione per correre altri due o tre anni”
Carica i commenti