Miller: "Fare tris al Mugello? Qui ho i miei demoni..."

Jack Miller può puntare al tris di successi al Mugello, una pista su cui, però, è spesso stato protagonista di errori e cadute. Ora però arriva da un periodo d'oro, culminato con il rinnovo di contratto con Ducati Corse.

Miller: "Fare tris al Mugello? Qui ho i miei demoni..."

Per Jack Miller è un periodo d'oro. Anzi, forse anche più bello. 2 vittorie nelle ultime 2 gare di MotoGP, le prime 2 da pilota Ducati e il meritato rinnovo di contratto per il 2022.

Di meglio non potrebbe chiedere. O forse sì. In questo fine settimana la Ducati affronterà la gara di casa, il GP d'Italia al Mugello, un tracciato in cui nelle ultime tre edizioni le Rosse hanno dominato con 3 piloti differenti: Andrea Dovizioso, Jorge Lorenzo e Danilo Petrucci.

"Non penso che qualcuno sarebbe infelice nella mia posizione. Sono reduce da 2 settimane surreali. Sono felicissimo del rinnovo del contratto, di poter stare tranquillo e poter solo pensare a correre. Il adoro il Mugello, ma ho i miei demoni qui. Mi è mancata la pista nel 2020, ma non ho un gran curriculum, sono caduto spesso, voglio rimediare in questo weekend", ha ammesso Miller.

L'australiano potrebbe interrompere il digiuno di piloti australiani vincitori al Mugello, che dura da diversi anni dopo il successo nel 2008 di Casey Stoner proprio in sella a una Ducati.

"Stoner vinceva quando ho iniziato a seguire le gare. Un australiano tornava a vincere e io mi ero perso l'era Doohan. Casey mi ha avvicinato a questo sport. Non voglio pensare di poter vincere 3 gare di fila. Voglio solo cercare di fare una bella gara".

Al Mugello, in questo weekend, potrebbe essere battuto il record di velocità. Uno dei piloti più accreditati per fare questo, è proprio "Jackass".

"Credo che sarà una bella sfida. Speriamo che chiunque batta il record di velocità possa poi fare la curva! Sono anche entusiasta per gli esordienti, che dovranno provare questa pista. in tanti non hanno mai provato il salto che c'è. Ricordo al mio esordio, non avevo una moto veloce, ma quando arrivava il rettilineo pensavo: 'Ci siamo, ci siamo!', ero preoccupato! E' davvero una gran bella pista".

Anche Miller, oggi presente alla conferenza piloti del giovedì, ha voluto dire la propria in tema di sicurezza.

"Non penso che cambiare la pista per la sicurezza sia la strada giusta. Ci sono cose da fare e sono necessarie. Abbiamo già fatto tanto e non potremo rendere tutto sicuro al 100%. Ma in alcuni punti possiamo migliorare e lo stiamo facendo con la Safety Commission. Ora Barcellona è più sicura, ad esempio. Speriamo di poter migliorarla ancora per permettere alle nuove generazioni di godersi le moto".

Non poteva mancare un commento sul contratto appena prolungato con Ducati. Anche questo annuale come tutti i precedenti che ha sottoscritto in MotoGP: "Ho firmato un altro contratto annuale. L'anno prossimo avrò il mio posto a rischio, ma per me non cambia nulla. Sono abituato e fa parte del gioco".

condividi
commenti
Bagnaia: "Più della vittoria, conta la costanza dall'inizio"
Articolo precedente

Bagnaia: "Più della vittoria, conta la costanza dall'inizio"

Articolo successivo

MotoGP: segreti e curiosità della pista del Mugello

MotoGP: segreti e curiosità della pista del Mugello
Carica i commenti