Miller e il gioco di scia con Marquez: “La prima volta è gratis”

Jack Miller e Marc Marquez si sono resi protagonisti di un siparietto in qualifica che ha divertito e incuriosito, in cui il pilota Ducati ha fatto il gesto dei soldi allo spagnolo della Honda come ricompensa per la scia offerta. Marc ha poi rivelato il retroscena del gesto fatto da Miller in qualifica, ma l'australiano ha replicato che la prima scia offerta è gratis.

Miller e il gioco di scia con Marquez: “La prima volta è gratis”

Le qualifiche del Gran Premio di Catalogna parlano francese, Fabio Quartararo ha conquistato la quinta pole position consecutiva e si candida come l’uomo da battere, ancora una volta. Eppure, oltre ai tempi cronometrati, ciò che maggiormente ha colpito e incuriosito nel sabato di qualifica a Barcellona è il siparietto fra Jack Miller e Marc Marquez durante il Q1.

I due piloti sono usciti insieme nel secondo run, decisivo per l’accesso alla Q2. O meglio, Marquez ha deciso di uscire subito dopo il pilota Ducati, nella speranza di sfruttare il riferimento e rosicchiare qualche decimo che gli permettesse di accedere alla seconda fase di qualifica e salire di qualche posizione in griglia di partenza. Proprio in corsia box, l’australiano si è accorto dell’arrivo di Marquez e, guardandolo, gli ha fatto il gesto dei soldi con la mano. Il portacolori Honda ha risposto e questa scena non è passata inosservata né alle telecamere né agli appassionati.

Miller è riuscito a passare il taglio e chiudere poi in prima fila con un secondo posto, mentre Marquez si è dovuto accontentare della 13esima posizione. Dunque, l’aiuto offerto dal pilota Ducati non è servito a molto. L’australiano poi scherza sul gesto di cui si è reso protagonista con l’otto volte campione del mondo: “Quando offri il riferimento a un altro pilota, la prima volta è gratis. Non mi dà fastidio questa situazione, è una questione di mentalità. Se esci e pensi solo a quelli dietro hai già perso in partenza. La cosa più importante in una situazione come questa è che devi concentrarti sul tuo lavoro, quello che faccio io. Se poi c’è un altro pilota o altri tre che stanno dietro di me, pazienza. L’ho imparato con l’esperienza. Non posso controllare questa cosa, è un mondo libero e quindi possono fare tutto quello che vogliono. Alla fine ci siamo trovati tutti in una situazione del genere, in cui abbiamo bisogno di un piccolo extra”.

Leggi anche:

Non sarà dunque costretto a pagare Marc Marquez, che ha approfittato della scia di Jack Miller. Tuttavia è servita a ben poco, dato che non è comunque riuscito a passare alla Q2. Lo spagnolo rivela poi un retroscena che ha preceduto il gesto di oggi pomeriggio in qualifica: “Ieri ero in Clinica Mobile con Jack Miller e abbiamo scherzato. Io ero 15esimo e lui mi ha detto ‘quanto mi paghi per farti la scia?’. Oggi durante la Q1, tutti noi piloti Honda, sia me sia Pol, aspettavamo qualcuno. Quel qualcuno era il pilota più veloce, che in questo caso era Miller. Siamo andati dietro di lui, mi ha guardato e mi ha detto ‘quanto mi paghi?’. Io gli ho risposto che più tardi ne avremmo parlato e ci saremmo messi d’accordo. Sono felice per lui, perché alla fine ha chiuso in seconda posizione. Io comunque ci ho provato a fare il mio lavoro, che era stare fra i primi 14 o 15, che non è nemmeno lontanissimo dai piloti di testa”.

 
condividi
commenti
Rossi: "Basta un turno difficile e mi dicono ritirati"
Articolo precedente

Rossi: "Basta un turno difficile e mi dicono ritirati"

Articolo successivo

Bagnaia onesto: "La moto è buona, io non ho guidato bene"

Bagnaia onesto: "La moto è buona, io non ho guidato bene"
Carica i commenti