MotoGP | Miller convinto: "Ducati può dominare nel 2022"

Jack Miller crede che la Ducati abbia una buona possibilità di dominare la stagione 2022 della MotoGP, dopo che la Desmosedici GP22 gli ha dato ottime sensazioni nel test di fine anno a Jerez.

MotoGP | Miller convinto: "Ducati può dominare nel 2022"

La Ducati ha vinto il Mondiale Costruttori nella MotoGP nel 2021, dopo aver collezionato sette vittorie con tre dei piloti supportati direttamente dal marchio.

Jack Miller ha vinto due volte, a Jerez e Le Mans, mentre il compagno di squadra Francesco Bagnaia ha conquistato quattro vittorie, ed il rookie Jorge Martin ha firmato il suo primo successo nella classe regina al Gran Premio della Stiria.

Bagnaia, che è stato vice-campione nel 2021, ha detto alla conclusione del test del mese scorso a Jerez che la Ducati era riuscita a migliorare una moto che era già perfetta.

Quando a Miller quindi è stato chiesto se ritiene che la Ducati possa dominare con la sua nuova moto il prossimo anno, l'australiano ha risposto: "Penso di sì".

"Penso che la GP20 sia già stata migliorata con la GP21, che praticamente era la stessa moto. Siamo stati in grado di essere dominanti verso la fine della stagione, soprattutto con Pecco".

"Siamo stati sempre lì per la maggior parte dei weekend di gara, e penso che siamo migliorati, quindi abbiamo una buona possibilità di dominare l'anno prossimo".

Ducati MotoGP bike

Ducati MotoGP bike

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Il suo compagno di box, Pecco Bagnaia, è convinto che la Ducati abbia fatto un lavoro enorme per mettere a punto il pacchetto di quest'anno, visto che era in atto anche un congelamento dello sviluppo per contenere i costi in era COVID-19.

"Penso che abbiamo avuto un anno in più per concentrarci più o meno sulla stessa moto, e per me è stato meglio, perché ho capito come guidarla senza troppi cambiamenti", ha spiegato il pilota italiano.

Leggi anche:

"Sicuramente, rispetto alla mia moto dell'anno scorso, c'erano molti cambiamenti. Ma quando è iniziata la stagione, mi sono sentito bene ed ho cominciato a lavorarci".

"Penso che per Jack sia lo stesso, abbiamo lavorato molto e ora stiamo facendo cose diverse con la stessa moto, perché siamo più forti sia in frenata che in curva".

"Credo che abbiamo fatto un ottimo lavoro quest'anno ed è positivo per gli ingegneri che devono sviluppare la moto del prossimo anno. Abbiamo fatto davvero un lavoro enorme nel 2021".

condividi
commenti
Rossi non si ferma: ha provato l'Audi di WRT a Valencia
Articolo precedente

Rossi non si ferma: ha provato l'Audi di WRT a Valencia

Articolo successivo

MotoGP | Yamaha rifarebbe la stessa scelta sull'ultimo anno di Rossi

MotoGP | Yamaha rifarebbe la stessa scelta sull'ultimo anno di Rossi
Carica i commenti