Miglior qualifica in MotoGp per Scott Redding

Miglior qualifica in MotoGp per Scott Redding

Il britannico è 11esimo con la Honda "Open", mentre Bautista non arriva neppure in Q2

Il Team GO&FUN Honda Gresini ha vissuto ieri ad Indianapolis una giornata di qualifiche con luci e ombre: Scott Redding ha infatti centrato per la prima volta l’ingresso nella Qualifica 2, mentre Alvaro Bautista non è andato oltre la quarta posizione nella Qualifica 1, rimanendo così fuori dalla sessione decisiva per le prime dodici posizioni in griglia.

Redding si è guadagnato l’ingresso in Qualifica 2 siglando nella Q1 il tempo di 1'32"829, davanti al connazionale Cal Crutchlow; il rookie inglese ha poi abbassato ulteriormente il proprio limite nella Q2, scendendo fino a 1'32"714, tempo che gli ha assicurato l’undicesima posizione, sua miglior qualifica della stagione dopo il 13° posto ottenuto a Austin e in Argentina.

Il suo compagno di squadra, Bautista, ha preso parte alle qualifiche in seguito a uno spettacolare high side durante il terzo e ultimo turno di prove libere, questa mattina: lo spagnolo, già in difficoltà ieri, andrà a schierarsi in quinta fila con il 14° tempo, 1'33"294.

Alvaro Bautista: "Fortunatamente adesso mi sento bene, anche se la caduta di questa mattina è stata veramente spaventosa; nell’high side credo di aver volato per diversi secondi e l’impatto col terreno è stato violento. In ogni caso, come detto sto bene, sono soltanto dispiaciuto perché il feeling con la moto non è buono; stiamo faticando molto a trovare grip al posteriore e questi problemi hanno anche causato la caduta durante le FP3. In queste condizioni faccio fatica a guidare, perché se provo a spingere un po’ di più rischio di cadere, come accaduto questa mattina e ciò è abbastanza frustrante. Sicuramente domani ci aspetta una gara molto dura, ma noi daremo il massimo, come sempre".

Scott Redding: "Sin dall’inizio del weekend mi sono sentito subito a mio agio e oggi è stato bello entrare per la prima volta nella Qualifica 2. Sono contento anche perché proprio nella Q2 sono riuscito ad abbassare ulteriormente il mio miglior tempo. Oggi ho potuto spingere sempre forte, per cui guardo con fiducia alla gara di domani; stiamo faticando un po’ soltanto nella ricerca della giusta aderenza all’anteriore, perché dopo 5 o 6 giri il rendimento della gomma cala e di conseguenza diminuisce anche il feeling, anche se in realtà non si nota molto l’usura della gomma. Cercheremo perciò di analizzare la situazione e lavoreremo per trovare una soluzione. In gara useremo la gomma posteriore a mescola media, dato che quella più soffice cala molto dopo soltanto un paio di giri; in ogni caso i miei tempi sono buoni anche con la media, per cui sono ottimista in vista della gara. Vediamo domani come va a finire!".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Alvaro Bautista , Scott Redding
Articolo di tipo Ultime notizie