Martin: "L'ultimo giro sembrava un videogioco con tutti quei sorpassi"

Jorge Martín chiude la doppietta austriaca con due pole position, una vittoria e un terzo posto: un qualcosa che il pilota della Ducati ha detto di dover ancora assimilare.

Martin: "L'ultimo giro sembrava un videogioco con tutti quei sorpassi"

Martin è stato in lotta per il podio per oltre 20 giri sull'asciutto, ma quando è arrivata la pioggia il pilota della Ducati Pramac è rientrato a cambiare moto con il gruppo di testa e poi ha rimontato sulla pista bagnata fino a chiudere terzo.

"Non posso nemmeno spiegare la gara perché starei qui a parlare per due giorni. E' stato incredibile, alla fine era come un videogioco con tutti i sorpassi che ho fatto, gli altri piloti sembravano fermi", ha spiegato l'euforico spagnolo.

"All'inizio della gara, sull'asciutto, avevo molto ritmo ed era chiaro che stavo andando via, ma ho provato un sorpasso per prendere il comando e sono andato lungo, poi ho perso posizioni e le mie gomme si sono surriscaldate e sono finito un po' indietro", ha spiegato Martín sui i primi giri.

"Poi ho avuto problemi con la moto, la gomma anteriore si muoveva molto, ho avuto la sensazione che stava per esplodere e Mir stava arrivando dietro di me, ma ho dovuto tenere duro e poco a poco ho recuperato il ritmo. Poi quando è arrivata la pioggia, il gruppetto di testa si è ricompattato", ha continuato lo spagnolo.

Leggi anche:

"Quando Marc è entrato per cambiare moto ho pensato di rimanere in pista, ma alla fine sono entrato. Mi sono fatto male cambiando moto e poi sul bagnato è stato molto difficile da gestire. Ho visto che Marc era caduto, ho avuto diversi spaventi e ho tagliato il traguardo 11° all'inizio dell'ultimo giro, pensavo fosse impossibile, ma gli altri sembravano essersi fermati, ho iniziato a sorpassare ed è stato brutale. Non mi aspettavo di arrivare terzo", ha ammesso "Martinator".

"Devo assimilare tutto questo, due pole position e due podi in una settimana, è troppo, devo digerire con calma e capire tutto questo che sta succedendo", ha detto il pilota Pramac.

Per Martín questa è la settima gara, ma con l'incidente a Portimao e l'infortunio, è solo la quarta in condizioni ottimali. E il suo ruolino al momento è di tre pole position e tre podi.

 

"Mi è piaciuto molto sorpassare Marc, era l'inizio della gara, ma avere un testa a testa con un campione come lui mi rende molto orgoglioso. Alla fine ho avuto un contatto con Fabio, una lotta con Zarco, ho imparato molto, correre nel Mondiale di fa avere sempre più esperienza", ha riflettuto.

"Volevo salire sul podio in questa gara ed eccomi qui, e questo è qualcosa di cui essere molto felice", ha detto il corridore di San Sebastián de los Reyes.

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
1/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
2/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, partenza gara Pramac Racing
Jorge Martin, partenza gara Pramac Racing
3/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, partenza gara Pramac Racing
Jorge Martin, partenza gara Pramac Racing
4/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
5/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
6/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
7/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
8/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
9/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
10/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
11/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Francesco Bagnaia, Ducati Team, Jorge Martin, podio Pramac Racing
Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Francesco Bagnaia, Ducati Team, Jorge Martin, podio Pramac Racing
12/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Francesco Bagnaia, Ducati Team, Jorge Martin, podio Pramac Racing
Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Francesco Bagnaia, Ducati Team, Jorge Martin, podio Pramac Racing
13/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Jorge Martin, Pramac Racing
Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing, Jorge Martin, Pramac Racing
14/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Polesitter Jorge Martin, Pramac Racing
Polesitter Jorge Martin, Pramac Racing
15/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
16/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
17/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
18/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
19/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
20/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
21/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
22/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
23/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
24/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Pramac Racing
Jorge Martin, Pramac Racing
25/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Binder: "Ero quasi senza freni e sul ghiaccio. Che vittoria"

Articolo precedente

Binder: "Ero quasi senza freni e sul ghiaccio. Che vittoria"

Articolo successivo

Rossi: "Il 200esimo podio sarebbe stato bellissimo"

Rossi: "Il 200esimo podio sarebbe stato bellissimo"
Carica i commenti