Marquez torna per risollevare Honda dal peggior avvio di stagione

Per la prima volta nella storia di Honda HRC, nessun pilota della casa dell’ala dorata è rientrato fra i primi 4 nelle prime due gare della stagione.

Marquez torna per risollevare Honda dal peggior avvio di stagione

L’ottava posizione di Pol Espargaro nel Gran Premio del Qatar che ha dato inizio alla stagione è stato il risultato migliore che Honda ha ottenuto nelle prime due gare della stagione 2021, una situazione inedita nella storia del costruttore in MotoGP.

Fino ad ora, HRC aveva sempre piazzato un pilota nelle prime quattro posizioni al termine delle prime due gare, ma non lo abbiamo visto al Circuito di Losail. Per trovare il precedente bilancio negativo della casa giapponese bisogna risalire allo scorso anno, quando Takaaki Nakagami ha limitato i danni chiudendo in quarta posizione la seconda gara del 2020 disputata a Jerez. In poche parole, dalla creazione dell’attuale marchio nel 1982 fino al 2019, HRC è sempre salita sul podio nelle prime due gare.

Il risultato del Qatar manifesta ancora una volta la dipendenza di Honda da Marc Marquez. Negli ultimi anni il suo peso è stato talmente forte che con i suoi punti è riuscito a portare a casa i campionati costruttori, team e piloti.

Tuttavia, il suo infortunio nella prima gara del 2020 ha messo in evidenza questa dipendenza fino al punto in cui HRC è passata dalla ‘tripla corona’ al toccare fondo, non riuscendo a vincere nemmeno una gara per la prima volta.

Archiviati i primi due appuntamenti del calendario, Pol Espargaro è il primo pilota Honda in classifica, decimo con 11 punti, a 29 lunghezze dal leader Johann Zarco. Il team Repsol Honda è quinto nella classifica dei team con 18 punti, contro i 72 di Yamaha Monster. Honda invece è ultima a pari punti con KTM nella classifica dei costruttori.

La casa dell’ala dorata ha lavorato nel 2020 per correggere una moto che fino ad allora poteva guidare solo Marc Marquez. Così suo fratello Aleix, come rookie, ha conquistato gli unici due podi della marca nella seconda metà del campionato.

Quanto visto in Qatar però mette in dubbio che i cambiamenti fatti abbiano migliorato le cose. Dopo due gare, i quattro piloti Honda sono già finiti a terra in più di un’occasione, con un totale di otto cadute. Alex Marquez ha definito la RC213V come una moto critica con cui è facile commettere un errore. Per fortuna di Honda, Marc Marquez tornerà a Portimao per provare a domare un prototipo che solo lui è in grado di guidare. Tutto questo in attesa di vedere la sua condizione fisica, dopo 265 giorni infortunato.

Marc Márquez, Repsol Honda Team

Marc Márquez, Repsol Honda Team
1/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
2/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
3/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
4/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
5/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
6/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
7/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
8/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
9/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
10/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
11/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
12/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
13/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
14/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
15/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
16/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
17/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
18/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
19/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
20/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
21/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
22/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
23/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
24/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
25/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
26/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
27/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
28/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
29/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
30/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
31/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
32/36

Foto di: Repsol Media

Marc Márquez, Repsol Honda Team

Marc Márquez, Repsol Honda Team
33/36

Foto di: Repsol Media

Marc Márquez, Repsol Honda Team

Marc Márquez, Repsol Honda Team
34/36

Foto di: Repsol Media

Marc Márquez, Repsol Honda Team

Marc Márquez, Repsol Honda Team
35/36

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team
36/36

Foto di: Repsol Media

condividi
commenti
Taramasso: "Accetto critiche obiettive, non chi spara a zero"

Articolo precedente

Taramasso: "Accetto critiche obiettive, non chi spara a zero"

Articolo successivo

Miller: "Riabilitazione ok, ma non sarò al 100%"

Miller: "Riabilitazione ok, ma non sarò al 100%"
Carica i commenti