Marquez: "Sono stato fortunato con il salvataggio, potevo farmi male e distruggere la moto"

condividi
commenti
Marquez:
Oriol Puigdemont
Di: Oriol Puigdemont
29 giu 2018, 15:04

Marc Marquez ha dominato il primo turno di prove libere del GP d'Olanda, ma poi nel pomeriggio ha chiuso in ottava posizione, a più di sei decimi dal miglior tempo, senza montare la gomma nuova.

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Conferenza stampa, Valentino Rossi, Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team

Il pilota della Honda ha completato il secondo turno di libere con un set di gomme dure, senza montare le soft per provare ad andare all'attacco del tempo. Questo lo ha relegato in ottava posizione, nonostante abbia dimostrato di disporre di un ritmo interessante durante le due sessioni.

"La giornata è andata bene. Qui ad Assen di solito soffriamo, ma oggi abbiamo fatto abbastanza bene. Sembra che questo fine settimana però saremo tutti molto vicini" ha detto Marc in merito alla classifica.

Per Marquez Assen è una pista complicata, dove solitamente i suoi rivali vanno molto forte.

"Qui non è come ad Austin. Non solo le due Yamaha vanno molto bene, anche Dovizioso è veloce. Mi aspettavo che le Yamaha fossero veloci, ma noi non siamo lontani".

Il pilota della Honda ha giustificato la scelta di non usare le gomme morbide, spiegando che ha preferito lavorare in vista della gara di domenica.

"Sto lavorando per la gara e la Michelin mi ha detto che sono uno di quelli che ha consumato meno le gomme per ora in questo weekend. Mi sento bene, penso che abbiamo un buon passo ed è per questo che mi sono concentrato sulla distanza di gara".

Leggi anche:

L'ottava posizione provvisoria quindi non preoccupa il pilota di Cervera.

"Mi aspettavo di essere più lontano dai piloti Yamaha. La loro moto va molto forte nelle curve veloci e la Ducati invece è forte in accelerazione" ha detto.

Ancora una volta poi, Marc è riuscito ad evitare una caduta che ormai sembrava cosa fatta.

"Il bilanciamento della moto che utilizziamo in questa stagione non mi aiuta con le gomme nuove, per questo mi capita spesso di dover fare dei salvataggi".

"Sono stato fortunato a cavarmela, perché in quel punto avrei potuto farmi male e distruggere la moto".

Al momento non ha apportato molte modifiche al set-up della sua RC213V.

"Stiamo usando la stessa base con cui ho corso a Montmelo, ma domani vedremo se fare qualcosa di diverso".

"La Honda è sempre stata una moto molto nervosa, fin dai tempi di Doohan, quindi sono anni che cerco di calmarla" ha aggiunto.

Marquez, infine, ha raccontato che la settimana prossima ci sarà un test importante: "Mercoledì faremo un test privato a Brno, dove proveremo più cose per confermarle".

Articolo successivo
Vinales promuove la nuova forcella Yamaha: "Provandola prima, potevamo risolvere i nostri problemi"

Articolo precedente

Vinales promuove la nuova forcella Yamaha: "Provandola prima, potevamo risolvere i nostri problemi"

Articolo successivo

Dovizioso: "I progressi della Ducati qui sono anche meglio di quelli che mi sarei aspettato"

Dovizioso: "I progressi della Ducati qui sono anche meglio di quelli che mi sarei aspettato"
Carica i commenti