Marquez: “Sono arrabbiato per la caduta, controllavo tutto”

Il pilota Honda ha spiegato per quale motive fosse così arrabbiato dopo la sua caduta alla penultima curva durante le FP2 ad Aragon.

Marquez: “Sono arrabbiato per la caduta, controllavo tutto”

Durante le fasi iniziali della seconda sessione di prove libere, Marc Marquez stava seguendo suo fratello Alex Marquez, in sella alla Honda LCR, ma è stato costretto ad andare largo per evitare di colpire Alex alla Curva 16. L’otto volte campione del mondo ha perso l’anteriore quando ha toccato la linea sporca della pista e ha distrutto una delle sue moto.

Era visibilmente arrabbiato quando ha cercato di recuperare la sua moto nella ghiaia, consapevole del fatto che questa caduta avrebbe cambiato i suoi piani per il secondo turno di libere: “Sono contento della giornata, anche se abbiamo cambiato un po’ i piani a causa della caduta. L’idea era di usare la gomma soft all’inizio, per poi capire sulla distanza di gara nel secondo run”.

“La caduta ha un po’ scombinato i piani, ma dall’altra parte abbiamo provato la dura al posteriore. Questo ha cambiato i piani del pomeriggio, ma non quelli per il weekend, perché avevamo già capito alcune cose. Dopo la caduta ero arrabbiato perché sentivo di avere tutto sotto controllo, sono andato largo e ho detto ‘ok, lascia perdere’, perché erano le prove libere”.

“Ma poi sono andato sullo sporco – prosegue parlando della caduta durante la seconda sessione di prove libere – ho perso l’anteriore e sono arrabbiato per questo, perché so che con la caduta non ho seguito i piani corretti, sentivo la situazione sotto controllo, ma ho perso l’anteriore dove non me lo aspettavo”.

 

Marquez ha chiuso il venerdì di Aragon in ottava posizione nella combinata, mentre il suo compagno di squadra ha terminato 11esimo, a meno di un decimo. Pol Espargaro ha provato un telaio nuovo durante la giornata odierna e le prime sensazioni sono state positive e ha spiegato che è progettato per migliorare i problemi di grip che Honda sta pagando da tutto l’anno.

“Ovviamente stiamo cercando di migliorare i problemi che abbiamo quest'anno, che è il grip sul bordo dello pneumatico, il galleggiamento in entrata, lo spinning con la moto dritta – Quindi cerchiamo di ottenere più grip e cercare di applicare più forza sulla gomma posteriore perché è ovvio che non siamo così bravi come in passato, o la Honda non è così brava come in passato e fatichiamo un po’ per generare questo grip. Quindi, di sicuro è in questa linea, l'idea è di avere maggior grip”.

condividi
commenti
Quartararo: “Rallentato dal traffico e da...un’ape!”
Articolo precedente

Quartararo: “Rallentato dal traffico e da...un’ape!”

Articolo successivo

Fotogallery MotoGP: le Prove Libere del GP di Aragon

Fotogallery MotoGP: le Prove Libere del GP di Aragon
Carica i commenti