Marquez sarà ancora l'uomo da battere nella sua Austin?

Il pilota della Honda non si è sbilanciato riguardo alle sue possibilità di brillare come in passato sul tracciato texano, dove ha vinto sei volte in sette edizioni del GP. Le ultime gare lo hanno visto in crescita però, quindi sognare il bis del Sachsenring non è un'utopia...

Marquez sarà ancora l'uomo da battere nella sua Austin?

Se in cima alla torre di Austin ci fosse un trono, ci sarebbero pochi dubbi riguardo a chi avrebbe diritto a starci seduto. E' vero che l'ultimo nome presente nell'albo d'oro della tappa texana della MotoGP è quello di Alex Rins, ma in tutte le sei edizioni precedenti del Gran Premio delle Americhe è sempre stato Marc Marquez ad imporsi.

Nonostante la caduta del 2019, il pilota della Honda sarebbe il favorito di diritto, ma le sue condizioni fisiche ancora precarie dopo l'infortunio che lo ha tenuto lontano dalla sua RC213V per tutta la stagione 2020 lasciano spazio a qualche incognita. Soprattutto il primo settore del Circuit of the Americas, un lungo biscione fatto tutto di cambi di direzione, potrebbe rappresentare una criticità per la spalla ed il braccio destro del pilota di Cervera.

E' altrettanto vero però che nell'altro suo "regno", al Sachsenring, Marquez è riuscito a tornare alla vittoria sfruttando proprio la sua grande abilità sui tracciati che girano in senso antiorario, che quest'anno è un ulteriore vantaggio vista la situazione del suo lato destro.

Leggi anche:

Cosa che ha confermato anche ad Aragon, dove si è giocato il successo fino all'ultimo giro, inchinandosi poi a Pecco Bagnaia. Ma anche nell'ultima gara a Misano, dove sulla carta avrebbe dovuto soffrire, è riuscito a portare a casa un buon quarto posto, pur avendo sofferto parecchio dal punto di vista fisico nel corso del weekend sul Marco Simoncelli World Circuit. E questi sono sicuramente segnali incoraggianti in vista di una delle gare che preferisce.

"Non vedo l'ora di essere ad Austin, perché ci arriviamo dopo due buone gare, ad Aragon e poi a Misano. E' una pista che mi piace, dove in passato abbiamo vinto tante volte, ma quest'anno è un po' diverso vista la situazione che stiamo attraversando", ha detto Marquez.

"Come sempre, sarà importante lavorare bene durante il fine settimana e vedere dove ci andremo a schierare domenica. Comunque vada, sarà bello tornato ad Austin, perché è un Gran Premio che mi piace sempre molto", ha aggiunto.

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
1/13

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
2/13

Foto di: Repsol Media

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
3/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
4/13

Foto di: Dorna

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
5/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
6/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
7/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
8/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
9/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
10/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
11/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
12/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
13/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
VR46: dove sono i petroldollari di Aramco per la MotoGP?
Articolo precedente

VR46: dove sono i petroldollari di Aramco per la MotoGP?

Articolo successivo

Quartararo non fa calcoli: "Ad Austin per vincere"

Quartararo non fa calcoli: "Ad Austin per vincere"
Carica i commenti