Marquez: "La pole di Valentino è stata incredibile"

condividi
commenti
Marquez:
Oriol Puigdemont
Di: Oriol Puigdemont
02 giu 2018, 17:11

Marc Marquez scatterà sesto domani, dalla seconda seconda fila dello schieramento del Mugello, dopo che ancora una volta è riuscito ad evitare un paio di cadute nel corso della Q2.

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team, logo
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team

Il pilota della Honda ha evidenziato il grande lavoro fatto da Valentino Rossi, che oggi ha firmato la pole position, ma non ha perso l'occasione per parlare delle gomme Michelin, che in questo fine settimana non gli hanno permesso di lavorare normalmente.

"Nel primo tentativo ho dovuto salvare una caduta che non si è vista in televisione" ha spiegato Marc quando gli è stato chiesto del salvataggio che ha fatto nel secondo tentativo della Q2.

"Sapevamo che sarebbe stato difficile perché la gomma dura anteriore è molto morbida. Quello che hanno portato qui sono molto particolari. Sulla dura, il lato sinitro è più morbido rispetto alla media e il destro è più duro. E' una gomma che normalmente utilizziamo con 20 gradi in pista" ha detto, riferendosi al fatto che invece oggi la temperatura dell'asfalto ha superato i 40 gradi.

Tuttavia, è quella con cui sembra destinato a correre tra le mescole che ha portato la Michelin al Mugello: "Questa è l'unica che posso usare perché è l'unica con cui posso finire la gara" ha detto preoccupato.

Marc non è riuscito a chiudere un giro veloce nella Q2, ma in mattinata aveva mostrato di avere un buon ritmo nella FP3.

"Non mi sento veloce come su altri circuiti, ma sono al livello degli altri. Questa è la cosa buona, che quando non andiamo bene siamo al livello degli altri. Questa non è una gara in cui attaccare o fare il matto. Qui gli italiani giocano in casa e il loro livello cresce" ha avvertito.

Quando gli è stato chiesta la chiave del giro veloce con la seconda gomma, è stato molto conciso.

"Non sono riuscito a renderlo perfetto". Inoltre è stato condizionato dalle quasi cadute che ha dovuto salvare: "Sto guidando con i gomiti più aperti che mai per salvare tutte queste cadute".

Marc poi ci ha tenuto ad evidenziare la performance di Valentino: "La pole di Rossi è stata incredibile, è stato molto veloce. La velocità ce l'ha sempre avuta e l'ha già dimostrato. Toccherà ad imparare qualcosa da lui anche nella gara di domani, vedendo come la gestirà".

"Credo che siamo tutti molto vicini e forse l'unico che ha qualcosa in più è Iannone" ha concluso, riferendosi all'ottimo weekend completato finora dal pilota della Suzuki.

Articolo successivo
Lorenzo: "Ducati, nessun rancore. Se vincessi non sarebbe una vendetta"

Articolo precedente

Lorenzo: "Ducati, nessun rancore. Se vincessi non sarebbe una vendetta"

Articolo successivo

Attenti ai "tori" Pramac: per il Mugello ecco la livrea Lamborghini

Attenti ai "tori" Pramac: per il Mugello ecco la livrea Lamborghini
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Italia
Sotto-evento Sabato, qualifiche
Location Mugello
Piloti Marc Márquez Alenta Acquista adesso
Team Repsol Honda Team
Autore Oriol Puigdemont
Tipo di articolo Intervista