Marquez insiste: "Non sto giocando, ci manca ancora qualcosa"

Il pilota della Honda continua ad essere indicato come il più costante del lotto per quanto riguarda il passo gara, ma lui si lamenta di non essere ancora perfettamente a suo agio sulla RC213V, anche se ci sta lavorando.

Marquez insiste: "Non sto giocando, ci manca ancora qualcosa"
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez continua ad essere veloce, ma anche non completamente soddisfatto del comportamento della sua Honda RC213V. Il campione del mondo in carica ha chiuso la seconda giornata dei test di Phillip Island della MotoGP alle spalle del solo Maverick Vinales, seppur staccato di quattro decimi, ma ancora una volta ha mostrato un passo che sembra il migliore del lotto.

Oggi si è dato particolarmente da fare, completando la bellezza di 107 giri, proprio per cercare di porre rimedio ai problemi di elettronica che tanto lo hanno infastidito in questo primo scorcio di 2017.

"Mi sento un po' stanco, ma mi hanno chiesto di fare qualche giro in più per provare delle cose e li ho fatti. Ho cercato di essere costante e di non commettere errori, perché questo avrebbe potuto complicare il nostro programma. Ho fatto anche due run abbastanza lunghi, di 15 giri, per provare delle cose diverse a livello di elettronica, ed ora abbiamo parecchie informazioni. Come ho detto ieri, però, ci manca ancora qualcosa. Non mi sento ancora completamente a mio agio, ma ci stiamo lavorando" ha detto "El Cabronsito" a fine giornata.

Quando gli è stato fatto notare però che in diversi, Rossi su tutti, lo indicano come il favorito, ha ribadito che lui non sta utilizzando alcune pretattica: "Non sto giocando, se fossi pronto non avrei fatto 107 giri. Le mie mani sono doloranti, ma stiamo lavorando duramente per cercare di migliorare tante piccole cose. Sono molto costante, questo è vero, ma oggi Maverick è stato più veloce di noi".

Oggi Marc ha fatto la bellezza di 14 giri sul passo dell'1'29", ma questo non sembra ancora abbastanza per lui: "Sono molto costante e abbastanza veloce, ma c'è ancora qualcosa che devo capire. I tempi vengono, ma manca ancora qualcosa. Questa pista poi è speciale: anche in Malesia ero costante, ma abbiamo dovuto lottare per tirare fuori il nostro potenziale. Sto girando veloce e mi sto spingendo al limite, ma ci manca ancora qualcosa sulla moto".

Vinales è stato molto veloce, ma Marquez preferisce guardare all'interno del proprio box: "Maverick è stato il più veloce oggi, non solo sul giro singolo. Il suo passo era davvero buono, ma stiamo lavorando. Oggi ho fatto tutto quello che era nel nostro programma e nel pre-campionato è meglio concentrarsi sul provare le proprie cose senza guardare troppo agli altri".

Infine, lo spagnolo ha anche rivelato di aver fatto qualche esperimento con le nuove gomme portate dalla Michelin: "Oggi ho provato quella anteriore, ma non ho fatto per quella posteriore. Ma le nostre priorità erano altre, come completare i long run per fare le verifiche che ci servivano. Domani dedicheremo una maggiore attenzione anche alla Michelin".

Informazioni aggiuntive di Andrew Van Leeuwen

condividi
commenti
Aprilia prende una strada diversa: la nuova carena ha prese NACA!
Articolo precedente

Aprilia prende una strada diversa: la nuova carena ha prese NACA!

Articolo successivo

Vinales: "Con una moto come questa, tutti ti vedono favorito"

Vinales: "Con una moto come questa, tutti ti vedono favorito"
Carica i commenti