Marquez: "Il record? A Valencia proviamo a migliorarlo"

Marc si è divertito tantissimo nel duello con Rossi che gli è valso la 12esima vittoria stagionale come Doohan

Marquez:

Subito dopo aver tagliato il traguardo sventolava con orgoglio il vessillo con il numero 12 e non poteva essere diversamente, perché oggi a Sepang Marc Marquez ha scritto un'altra pagina di storia della MotoGp, eguagliando il primato di appunto 12 successi stagionali realizzato da Mick Doohan nel 1997. Ed ora a Valencia c'è anche la possibilità di ritoccarlo ancora.

"E' importante perché si parlava già da Misano della possibilità di raggiungere questo record di 12 vittorie. Un numero che mi piace, perché è anche quello di mio fratello. Ora c'è ancora Valencia per provare a migliorare il record, vediamo cosa succede" ha detto "El Cabronsito".

La gara di oggi però ci ha regalato anche un grande duello tra lo spagnolo e Valentino Rossi. Marc ha ammesso di essersi divertito molto, ma anche di aver faticato davvero tanto a causa del caldo: "Mi sono divertito tanto, ma devo dire che ho sofferto davvero tanto anche dal punto di vista fisico, perché è stata una gara molto dura, ma bellissima. Fino a pochi giri dalla fine Valentino è rimasto sempre lì. Sono molto contento di essere tornato a vincere: in Australia avevo provato uno stile di gara diverso, ma qui ho scelto quello più tradizionale per me, attaccando quando mancavano solo sette-otto tornate, ed è andata molto bene".

Nella prima parte di gara c'era anche Jorge Lorenzo nel trenino e Marquez ha ammesso di aver fatto volontariamente da spettatore in quel frangente per gestire gomme e freni: "Quando ero dietro a Lorenzo e Valentino, ho deciso di rimanere un pizzico più indietro, circa otto decimi, per gestire le gomme e i freni mentre loro duellavano. A dieci giri dalla fine mi sono riavvicinato ed ho sorpassato subito Lorenzo. Qualche giro più tardi poi ho superato anche Valentino e sono davvero felicissimo per questa vittoria".

Stando così vicino alle M1, Marc infine ha tracciato un bilancio di quelli che possono essere i punti di forza delle due moto: "In questo momento credo che noi siamo più forti in staccata e loro però vanno meglio in accelerazione. Fino a qualche anno fa la situazione era esattamente il contrario, ma sicuramente l'anno prossimo proveremo a fare uno step anche in questa direzione".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie