Marquez firma la 50esima pole in MotoGP a Buriram, ma Rossi è solo a 11 millesimi!

condividi
commenti
Marquez firma la 50esima pole in MotoGP a Buriram, ma Rossi è solo a 11 millesimi!
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
06 ott 2018, 08:05

Marc Marquez firma la pole position al termine di una qualifica tiratissima in Thailandia, con Valentino Rossi che le prova tutte e si arrende per soli 11 millesimi. Andrea Dovizioso completa la prima fila a 139 millesimi.

La prima edizione del GP di Thailandia ci ha regalato una qualifica spettacolare e molto serrata, che si è chiusa con l'ennesima pole position di Marc Marquez, la 50esima in carriera nella top class per lo spagnolo (la 78esima in tutto), ma anche il ritorno al vertice di Valentino Rossi, che con la sua Yamaha ha chiuso solamente a 11 millesimi dalla prestazione del rivale di Cervera.

Per quasi tutti i piloti della MotoGP dover passare dalla Q1 è un problema, ma ancora una volta il pilota della Honda ha dimostrato di avere una marcia in più rispetto alla concorrenza, perché non si è affatto disunito e con un crono di 1'30"088 è andato a mettere tutti in fila anche nella Q2. La cosa curiosa però è che in Q1 era stato addirittura più veloce, con un 1'30"031.

In ogni caso, questa prestazione gli è bastata per guadagnarsi la partenza al palo, nonostante Rossi le abbia provate veramente tutte per rimettere davanti a tutti la Yamaha. 11 millesimi sono veramente un nulla e bisogna dire che anche le indicazioni arrivate in FP4 con la gomma dura sono state buone, quindi il "Dottore" potrebbe essere tra i protagonisti anche nella gara di domani. 

Leggi anche:

A completare la prima fila c'è la Ducati di Andrea Dovizioso, che si è visto sfilare la leadership dopo aver comandato tre sessioni di libere consecutive. Il forlivese si era presentato al T3 con il miglior tempo, ma poi ha pagato qualcosa nell'ultimo intermedio e si è arreso a Marquez per soli 139 millesimi.

Per la Yamaha comunque è stata una buona qualifica in generale, visto che ad aprire la seconda fila c'è l'altra M1 di Maverick Vinales. Lo spagnolo è stato l'unico a provare una strategia con tre tentativi, ma di fatto è stato obbligato a farlo, avendo sbagliato il secondo. Proprio all'ultimo giro comunque è riuscito a scalare la classifica, portandosi a due decimi dalla pole.

Così come a due decimi dalla pole c'è la Honda di Cal Crutchlow in quinta posizione. Sono tre invece quelli di ritardo della Suzuki di Andrea Iannone, che probabilmente ha indotto anche Dovizioso ad abortire il primo giro del secondo run, essendosi incollato nella sua scia. La seconda fila comunque è importante per il pilota di Vasto.

Ad aprire la terza fila c'è la Honda di Dani Pedrosa, seguita dalla Yamaha Tech 3 di Johann Zarco. Più distanziate invece le due Ducati Pramac, che oltre mezzo secondo con nell'ordine Danilo Petrucci e Jack Miller. Il quadro dei piloti che hanno avuto accesso alla Q2 si completa poi con la Suzuki di Alex Rins e la Ducati di Alvaro Bautista.

Peccato davvero per Franco Morbidelli, che è rimasto fuori dalla Q2 per appena 2 millesimi. Forse senza un piccolo errorino all'ultima curva il pilota della Marc VDS si sarebbe potuto guadagnare l'ultimo segmento. A dividere la quinta fila con lui ci saranno poi l'altra Honda di Takaaki Nakagami e la migliore delle KTM, che è quella di Bradley Smith.

Arretrando in sesta fila invece c'è la prima delle Aprilia con Aleix Espargaro. Lo spagnolo scatterà 16esimo ed evidentemente la RS-GP non si è adattata al Chang International Circuit bene come ad Aragon, dove invece gli aveva permesso di andare a raccogliere uno strepitoso sesto posto in gara.

Un applauso nel suo piccolo lo merita anche Jordi Torres, che fa progressi nel suo apprendistato in MotoGP. Per la prima volta, infatti, il nuovo arrivato in casa Ducati Avintia è riuscito a mettersi alle spalle un paio di avversari, chiudendo 21esimo in griglia davanti a Thomas Luthi e Scott Redding.

Bisogna ricordare, infine, l'assenza in pista di Jorge Lorenzo, che ha preferito fermarsi dopo la brutta caduta di ieri, visto che gli accertamenti hanno evidenziato una piccola frattura al polso sinistro. Non essendo più in lizza per il titolo, ha optato per la prudenza con l'obiettivo è ripresentarsi al meglio tra due settimane in Giappone.

 

Classifica Q2

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Speed Trap
1 93 Spain Marc Márquez Alenta Honda 8 1'30.088     181.982  
2 46 Italy Valentino Rossi Yamaha 8 1'30.099 0.011 0.011 181.959  
3 4 Italy Andrea Dovizioso Ducati 8 1'30.227 0.139 0.128 181.701  
4 25 Spain Maverick Viñales Yamaha 9 1'30.328 0.240 0.101 181.498  
5 35 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 8 1'30.356 0.268 0.028 181.442  
6 29 Italy Andrea Iannone Suzuki 8 1'30.419 0.331 0.063 181.315  
7 26 Spain Daniel Pedrosa Honda 8 1'30.458 0.370 0.039 181.237  
8 5 France Johann Zarco Yamaha 8 1'30.471 0.383 0.013 181.211  
9 9 Italy Danilo Petrucci Ducati 8 1'30.599 0.511 0.128 180.955  
10 43 Australia Jack Miller Ducati 7 1'30.660 0.572 0.061 180.833  
11 42 Spain Alex Rins Suzuki 8 1'30.738 0.650 0.078 180.678  
12 19 Spain Alvaro Bautista Ducati 8 1'30.976 0.888 0.238 180.205  

Classifica Q1

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Speed Trap
1 93 Spain Marc Márquez Alenta Honda 8 1'30.031     182.097 325
2 42 Spain Alex Rins Suzuki 8 1'30.921 0.890 0.890 180.314 322
3 21 Italy Franco Morbidelli Honda 7 1'30.923 0.892 0.002 180.310 321
4 30 Japan Takaaki Nakagami Honda 9 1'30.995 0.964 0.072 180.168 318
5 38 United Kingdom Bradley Smith KTM 8 1'31.207 1.176 0.212 179.749 321
6 41 Spain Aleix Espargaro Aprilia 8 1'31.243 1.212 0.036 179.678 323
7 17 Czech Republic Karel Abraham Ducati 8 1'31.374 1.343 0.131 179.420 321
8 55 Malaysia Hafizh Syahrin Yamaha 8 1'31.389 1.358 0.015 179.391 320
9 44 Spain Pol Espargaro KTM 8 1'31.399 1.368 0.010 179.371 321
10 10 Belgium Xavier Simeon Ducati 8 1'31.686 1.655 0.287 178.810 324
11 81 Spain Jordi Torres Ducati 8 1'31.819 1.788 0.133 178.551 326
12 12 Switzerland Thomas Lüthi Honda 8 1'31.830 1.799 0.011 178.529 320
13 45 United Kingdom Scott Redding Aprilia 6 1'31.835 1.804 0.005 178.520 321
Prossimo articolo MotoGP
MotoGP, Buriram, Libere 4: Dovizioso precede Marquez, ma sono lì anche le Yamaha

Articolo precedente

MotoGP, Buriram, Libere 4: Dovizioso precede Marquez, ma sono lì anche le Yamaha

Articolo successivo

Marquez scrive un'altra pagina di storia: è il primo poleman in MotoGP che arriva dalla Q1

Marquez scrive un'altra pagina di storia: è il primo poleman in MotoGP che arriva dalla Q1
Carica i commenti