Marquez: "Dopo la pausa mi sento meglio e più forte"

Il pilota della Honda ha sottolineato quanto sia stata importante la pausa estiva per ricaricare le pile e migliorare la sua forma fisica, come testimoniato dal ritorno in sella alla moto da cross in allenamento. Per questo guarda con ottimismo al ritorno in pista, pur essendo conscio dei limiti della sua Honda RC213V.

Marquez: "Dopo la pausa mi sento meglio e più forte"

C'è grande attesa per il ritorno in pista della MotoGP e al Red Bull Ring saranno sicuramente tanti gli occhi puntati su Marc Marquez. Durante la pausa estiva lo abbiamo rivisto particolarmente attivo in sella a moto di vario genere, comprese quelle da cross, che non aveva più avuto modo di guidare dopo la frattura dell'omero dello scorso anno.

Segno che l'otto volte campione del mondo sta piano piano ritrovando il miglior stato di forma. Cosa che potrebbe diventare un bel problema per la concorrenza ed in particolare per i piloti che sono in lizza per il titolo, che improvvisamente potrebbero ritrovarselo a fare da arbitro alla contesa.

Anche perché qualche segnale incoraggiante c'è già stato prima della pausa, non solo con il ritorno alla vittoria del Sachsenring, ma anche con la gara di Assen corsa tutta non troppo distante dal podio, su una pista sulla carta non esattamente favorevole alla sua Honda. Tra il riposo ed i progressi fatti a livello fisico, il #93 sembra approcciarsi con ottimismo a questa seconda parte di campionato.

Leggi anche:

"Mi sono goduto la pausa estiva. Ho potuto rilassarmi con gli amici e la famiglia. E' stato un bene non solo per la mente, ma anche per il corpo, perché mi sento meglio e più forte. Sono stato in grado di aumentare il carico d'allenamento, passando più tempo in moto e tornando anche a guidare la moto da cross, cosa che mi è sempre piaciuta molto", ha detto Marc.

Tuttavia, Marquez sa anche che non sarà semplice, perché i limiti non erano solamente i suoi, ma anche quelli della RC213V. Dunque, in questa seconda parte del 2021 ci sarà parecchio lavoro da fare per riportarla al livello che le compete.

"Sappiamo però che la situazione in pista non sarà ancora semplice e dobbiamo continuare a lavorare e a rimanere concentrati. Non vedo l'ora di guidare di nuovo la mia Honda RC213V. Poi avere di nuovo le tribune piene sarà incredibile", ha concluso.

condividi
commenti
Brembo: in Stiria le MotoGP frenano 17 secondi più delle F1

Articolo precedente

Brembo: in Stiria le MotoGP frenano 17 secondi più delle F1

Articolo successivo

Suzuki avrà l’holeshot posteriore in Stiria!

Suzuki avrà l’holeshot posteriore in Stiria!
Carica i commenti