Marquez: "Assen mi piace molto. Sono curioso di vedere se la Honda sarà competitiva"

condividi
commenti
Marquez:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
26 giu 2018, 10:19

Il leader del Mondiale di MotoGP si appresta ad affrontare il fine settimana di gara che ospiterà il Gran Premio d'Olanda.

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Podio: Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez arriva ad Assen dopo aver conseguito una serie di risultati utili che lo hanno mantenuto saldamente al comando della classifica mondiale Piloti della MotoGP.

Su una delle piste storiche del Motomondiale, Marquez ha centrato 4 vittorie nell'arco della sua carriera e altrettanti podi. L'obiettivo sarà come sempre cercare di finire la gara nei primi tre, ma è indubbio che, qualora riuscisse a centrare una vittoria, sarebbe di grande importanza in ottica Mondiale.

"Arriviamo ad Assen dopo una buona giornata di test fatta al Montmelo, ma la pista olandese è molto differente da quella catalana, dunque sarà davvero interessante come andremo in questo fine settimana", ha dichiarato Marc alla vigilia del Gran Premio d'Olanda.

"Per ora siamo riusciti a correre su alti livelli più o meno ovunque e abbiamo portato a casa ottimi risultati su piste differenti, dunque ad Assen arrivo con la fiducia di poter fare bene. La pista mi piace molto, è la 'Cattedrale' delle corse motociclistiche, e i fan sono sempre molto appassionati".

"E' bello arrivare a questo appuntamento con un buon margine di vantaggio in campionato, ma siamo ancora nella prima parte del Mondiale. Ci sono diversi piloti che quest'anno possono lottare per la vittoria del titolo, dunque dovremo continuare a lavorare e cercare di cogliere sempre il miglior risultato possibile".

Articolo successivo
Dall'Igna: "Ho già raggiunto obiettivi che sembravano impossibili per molte persone"

Articolo precedente

Dall'Igna: "Ho già raggiunto obiettivi che sembravano impossibili per molte persone"

Articolo successivo

Un anno senza vittorie: un anniversario triste per Valentino e la Yamaha

Un anno senza vittorie: un anniversario triste per Valentino e la Yamaha
Carica i commenti