Márquez: “Anche se fossi in piena forma, farei fatica a vincere”

Marc Márquez ha ammesso che la Honda è diventata una moto talmente tanto critica che anche se fosse nel suo miglior momento fisico, farebbe fatica a vincere più del 2019.

Márquez: “Anche se fossi in piena forma, farei fatica a vincere”

La prima giornata del Gran Premio di Catalogna della MotoGP si è conclusa con Marc Marquez in 16esima posizione nella classifica dei tempi, mentre la migliore Honda della griglia è stata quella di Pol Espargaro, che ha chiuso la top 10. Takaaki Nakagami è 11esimo e Alex Marquez solo 18esimo, delle prestazioni che si allontanano da ciò che si aspetta la casa alata.

Tutto questo porta a pensare che anche se Marc fosse nel pieno della sua forma e si fosse messo alle spalle l’infortunio, avrebbe difficoltà a vincere in scioltezza come ha fatto in passato: “Siamo in una situazione critica e non sono nella miglior condizione personale e professionale per aiutare Honda al momento. È chiaro che se fossi nel pieno della forma forse si potrebbe lottare per i podi o per le vittoeire, ma faticherei di più rispetto al 2019, sarebbe complicato. Questo è il punto in cui stiamo lavorando, tutti noi piloti Honda stiamo facendo fatica e qualcosa significa. Siamo una squadra nel bene e nel male, stiamo lavorando e ora bisogna trarre il meglio da ogni pilota e il meglio dalla moto. Honda è Honda, ho fiducia in loro e sicuramente cambieremo la situazione”.

 

Vedendo Marquez chiudere la giornata in 16esima posizione, viene spontaneo chiedere se l’idea di fermarsi per recuperare continuava ad essere contemplata: “Capisco che sia difficile vederemi in questa situazione, se lo è per la gente, figuriamoci per me. ma alla fine bisogna capire, non illudersi con cose false. Bisogna essere realisti e guardare il mio stato attuale, questo non ci porterà ad essere frustrati. Sono cose facili da dire ma difficili da applicare”.

“Al Mugello ho sofferto abbastanza il venerdì, ma poi ho migliorato pian piano che il fine settimana andava avanti. Questo vuol dire che andando in moto trovo pian piano la posizione e miglioro poco a poco. Qui a Barcellona mi sono sentito meglio rispetto al venerdì in Italia. Ogni volta che arrivo a un circuito ci sono due, tre o quattro punti in cui devo adattarmi di nuovo e diventa difficile”.

“Ora ho bisogno di girare sulla moto e di farlo con i mezzi con cui gareggio. Un calciatore può indossare gli scarpini e palleggiare in uno stadio mentre si allena. Noi non possiamo farlo, possiamo allenarci con la nostra moto solamente durante i gran premi, in gara. Devo accettarlo perché penso che sia l’opzione migliore per tornare al livello che abbiamo lasciato. Questo processo deve avvenire e spero che sia il prima possibile. È dura, ma dobbiamo accettarlo”.

Il meteo dà possibilità di pioggia a Barcellona per domenica, una situazione in cui Marquez si è trovato abbastanza bene a Le Mans: “Sull’asciutto soffro di più, ma quando un pilota chiede l’acqua la domenica significa che sta messo male, quindi al momento non la voglio. Preferisco girare sull’asciutto, continuare a lavorare e crescere. Eravamo in cima, ora siamo in fondo, la legge della gravità di fa crollare rapidamente e con facilità, ci siamo bloccati all’improvviso e ora pian piano stiamo risalendo. Lunedì mi piacerebbe fare un test normale e vedere fino a che punto riesco a sopportare”.

Marc Márquez, Repsol Honda Team
Marc Márquez, Repsol Honda Team
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Márquez, Repsol Honda Team
Marc Márquez, Repsol Honda Team
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Márquez, Repsol Honda Team
Marc Márquez, Repsol Honda Team
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Márquez, Repsol Honda Team
Marc Márquez, Repsol Honda Team
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Márquez, Repsol Honda Team
Marc Márquez, Repsol Honda Team
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Márquez, Repsol Honda Team
Marc Márquez, Repsol Honda Team
6/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Márquez, Repsol Honda Team
Marc Márquez, Repsol Honda Team
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Márquez, Repsol Honda Team
Marc Márquez, Repsol Honda Team
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Márquez, Repsol Honda Team
Marc Márquez, Repsol Honda Team
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Márquez, Repsol Honda Team
Marc Márquez, Repsol Honda Team
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Márquez, Repsol Honda Team
Marc Márquez, Repsol Honda Team
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Márquez, Repsol Honda Team
Marc Márquez, Repsol Honda Team
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Márquez, Repsol Honda Team
Marc Márquez, Repsol Honda Team
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Bagnaia: "Dobbiamo marcare Quartararo nei primi giri"
Articolo precedente

Bagnaia: "Dobbiamo marcare Quartararo nei primi giri"

Articolo successivo

Rins operato al braccio: probabile rientro al Sachsenring

Rins operato al braccio: probabile rientro al Sachsenring
Carica i commenti