Marini: "Valentino ottimista a mettermi tra i primi nel 2022"

Luca Marini si è accontentato della nona posizione nel Gran Premio dell’Emilia Romagna dopo aver conquistato una splendida prima fila in qualifica. Il pilota del team Sky Racing Avintia storce il naso pensando al risultato, ma è soddisfatto della propria crescita.

Marini: "Valentino ottimista a mettermi tra i primi nel 2022"

Weekend da gambero, questo è il bilancio di Luca Marini se guardiamo la classifica dei tempi. Il Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna non ha premiato il rookie del team Sky Racing Avintia, che partiva dalla prima fila ma ha tagliato il traguardo solamente in nona posizione. Non è stato sicuramente un risultato che ha premiato gli sforzi del rookie, che nella gara di casa si è visto battere anche dal compagno di squadra.

Il nono posto finale sicuramente fa storcere il naso a Luca Marini, che però guarda il bicchiere mezzo pieno e prende il fine settimana di Misano come una nuova esperienza che gli è servita per imparare: “In gara ho imparato qualcosa di interessante, soprattutto per quanto riguarda la partenza e la prima curva. Inoltre ho capito che tutti i piloti, anche i più forti, più o meno hanno un approccio alla gara identico. Tutti partono in modo aggressivo e dopo una decina di giri c'è una fase in cui tutti entrano in gestione delle gomme. Certo, se guardo il risultato non posso essere molto contento, però nell’insieme è stata una gara positiva, l’obiettivo era quello di arrivare in top 10. Il fine settimana devo dire che è andato bene, sono andato forte quasi tutti i giorni”.

La gara infatti è stato l’unico momento in cui la MotoGP è scesa in pista in condizioni di asciutto totale. Fino al warm up infatti la pista è stata umida, situazione che esalta Marini, che infatti è stato autore di prestazioni notevoli in condizioni insidiose. Tuttavia, la domenica asciutta non si è rivelata alleata del giovane fratello di Rossi, che ha pagato una nona posizione che non solo non lo premia, ma lo porta a un confronto con un compagno di squadra più che frizzante.

Leggi anche:

A Misano infatti, Enea Bastianini si è confermato in ottima forma e in grado di rimontare dalla 16esima posizione fino al terzo gradino del podio, situazione invertita rispetto al vicino di box. La comparazione è inevitabile e Marini spiega: “Mi aspettavo che Enea sarebbe stato veloce, ha già fatto un podio qui con un passo gara fantastico. Mi sono mancate un po’ di cose rispetto a lui, sicuramente non solo una. Se fosse così sarebbe troppo facile. Ci sono un po' di situazioni che lui riesce a gestire molto bene. Non avendo lavorato sull'asciutto non siamo progrediti solo che lui la scorsa volta aveva già fatto podio. Penso che avesse qualcosa in più già dalla scorsa gara a Misano, poi con un paio di cadute ci siamo ritrovati tutti più avanti”.

“So quali aspetti devo migliorare – prosegue – In queste due settimane che ci separano da Portimao dovrò fare un passo in avanti, anche se sicuramente il tempo non sarà sufficiente per migliorare al 100%. Non abbiamo mai provato sull’asciutto questo fine settimana e l’assetto delle moto era più o meno quello della volta scorsa. Durante la gara ho provato a spingere ma non riuscivo ad essere veloce come lui. Continuo ad avere problemi con la ruota anteriore sull'asciutto, più che altro con le alte temperature. In gara era abbastanza freddo ma stando dietro ad altri piloti trovo gli stessi problemi. E difficile gestire questa situazione. Oggi ho provato a mettere una gomma media davanti ma non mi è piaciuta, era troppo freddo per montare una dura”.

La seconda gara di Misano è stata emotiva sotto tanti punti di vista e uno di questi è l’addio di Valentino Rossi al suo pubblico. Il fratello maggiore e ormai simbolo della MotoGP, ha già fatto un’ipotesi di chi potrebbe essere nelle posizioni di vertice il prossimo anno e nelle prime due file virtuali ha inserito proprio Luca Marini. Il 2022 rappresenterà un cambiamento anche all’interno di Ducati, con l’arrivo di moto ufficiali per lo stesso Maro, mentre Bastianini continuerà ad usufruire di una Desmosedici non aggiornata. Ad ogni modo, il rookie ‘fratello d’arte’ riflette sull’ipotesi che Valentino possa seguirlo passo passo dalla prossima stagione: “Non sono sicuro che Enea non la avrà. La domanda su Vale sarebbe da fare a lui, sarebbe bello averlo all'interno il prossimo anno. Per quanto riguarda la griglia è stato ottimista, si è dimenticato le Suzuki e le altre Ducati, che quest'anno hanno fatto paura. Secondo me la lista di quelli che si possono giocare il podio è più ampia di come dice lui e non credo di poter essere così avanti come dice. Certo, come velocità di sicuro faccio parte di quella lista”.

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SR, Luca Marini, Esponsorama Racing

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SR, Luca Marini, Esponsorama Racing

Photo by: MotoGP

condividi
commenti
Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato
Articolo precedente

Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato

Articolo successivo

Report Live | Quartararo mondiale, Verstappen... quasi

Report Live | Quartararo mondiale, Verstappen... quasi
Carica i commenti