Marc Marquez riappare a Rufea e Alex lo aspetta ai test di Sepang

Marc Marquez ha fatto un'apparizione a sorpresa al campus per i giovani piloti che lui e suo fratello hanno organizzato per la sesta volta sulla pista di Rufea.

Marc Marquez riappare a Rufea e Alex lo aspetta ai test di Sepang

Giovedì scorso, Alex Marquez ha presentato la sesta edizione dell'Allianz Junior Motor Camp presso il circuito di motocross di Rufea, vicino a Lleida, dove farà da istruttore di lusso a venti giovani piloti tra i 10 ed i 13 anni, precedentemente selezionati dai due fratelli di Cervera.

I responsabili dell'evento hanno inizialmente giustificato l'assenza di Marc Márquez con l'infortunio che ha subito durante un allenamento di Enduro lo scorso 30 ottobre, che gli ha impedito di partecipare anche agli ultimi due Gran Premi della stagione della MotoGP, a Portimao e Valencia, e ai primi test pre-stagionali del 2022 a Jerez de la Frontera.

Tuttavia, la sorpresa per le tre ragazze ed i 17 ragazzi che partecipano al campus è arrivata venerdì, quando Marc è arrivato a Rufea per mescolarsi a loro e dargli qualche consiglio di guida. Immagini che lo stesso pilota ha successivamente caricato sui suoi social network.

 

Anche se il pilota della Honda è ancora alle prese con i suoi problemi alla vista, in attesa di capirne i tempi di recupero, queste apparizioni suggeriscono che stia gradualmente migliorando. La speranza, ovviamente, è quella di recuperare in tempo per i test di Sepang, previsti dal 5 al 6 febbraio.

"Spero che sarà al test. Sarà importante per lui, e anche per noi, per Honda, per avere un riferimento e non perdere la direzione giusta. Non voglio considerare la possibilità che non possa venire a Sepang, spero che la Honda possa avere tutti i suoi piloti per fare un altro passo avanti", ha spiegato Alex in una dichiarazione concessa a Marca.

Martedì sarà passato un mese dall'infortunio di Marc e, anche se il pilota si sta sottoponendo a regolari controlli, si è dato tempo fino alla fine di dicembre per prendere una decisione se sottoporsi o meno all'intervento chirurgico.

Leggi anche:

"E' un tipo di lesione che ha bisogno di tempo, dobbiamo vedere come si evolve fino a Natale, questo è il termine dato dal medico. E' già successo una volta (nel 2011), si arriva ad un punto in cui bisogna vedere se la situazione sta migliorando o ristagnando, poi bisogna prendere una decisione. Bisogna avere pazienza", ha aggiunto il più giovane dei fratelli Marquez.

In attesa di riprendersi, Marc ha seguito intensamente l'importante test della scorsa settimana a Jerez, dove i tre piloti Honda presenti hanno lavorato con la moto 2022.

"Marc è completamente concentrato sulla prossima stagione, ha continuato a chiamarmi durante tutto il test e, prima di scendere in pista, mi aveva già detto alcune cose sulla moto nuova", ha detto Alex, aggiungendo che al test era presente anche Santi Hernandez, capo tecnico di Marc, che voleva seguire da vicino l'evoluzione della nuova RC213V.

condividi
commenti
Lorenzo: “Andrò al Ranch, Valentino mi ha invitato alla 100 km!”
Articolo precedente

Lorenzo: “Andrò al Ranch, Valentino mi ha invitato alla 100 km!”

Articolo successivo

Meda: "Una gioia raccontare Valentino Rossi in MotoGP"

Meda: "Una gioia raccontare Valentino Rossi in MotoGP"
Carica i commenti