Marc Marquez mostra la cicatrice della terza operazione

Marc Marquez ha mostrato per la prima volta la cicatrice lasciata dall'ultima operazione al braccio destro, la terza in seguito alla frattura dell'omero destro rimediata lo scorso luglio a Jerez.

Marc Marquez mostra la cicatrice della terza operazione

Il pilota della Honda ha subito la sua terza operazione il 3 dicembre, in seguito alla frattura dell'omero destro di cui era stato vittima nella prima gara della stagione 2020 della MotoGP, a Jerez de la Frontera.

Da allora, Marquez ha pubblicato aggiornamenti costanti sulle sue condizioni fisiche, ma la maggior parte delle immagini lo ritraeva con indosso un tutore che copriva il braccio.

Nell'ultima immagine, però Marquez è alle prese con una sessione di lavoro con il suo fisioterapista Carlos Garcia, e la cicatrice questa volta è ben in vista.

 

La terza operazione del pilota di Cervera è stata effettuata presso l'Ospedale Ruber International di Madrid, dopo che le due precedenti che invece erano state eseguite dall'equipe del dottor Xavier Mir, chirurgo di fiducia di Marc, all'Ospedale Dexeus di Barcellona, non avevano dato gli esisti sperati.

 

L'operazione, che è durata circa 11 ore, è stata eseguita dai chirurghi Samuel Antuna, Ignacio Roger de Ona, Juan de Miguel, Aitor Ibarzabal ed Andrea Garcia Villanueva. In questa è stata rimossa la placca precedente e ne è stata posizionata una nuova, ma è stato fatto anche un innesto osseo.

Leggi anche:

Il #93 continua a fare passi avanti nel suo recupero ed ha già ripreso l'allenamento fisico il 20 gennaio. Il 22 febbraio parteciperà alla presentazione online della Repsol Honda insieme al suo nuovo compagno di squadra Pol Espargaro. Al momento però non si sa ancora quando potrà tornare in moto, quindi la sua presenza in Qatar per i test pre-campionato e per il primo Gran Premio della stagione, fissato per il 28 marzo, rimane un'incognita.

condividi
commenti
MotoGP: Honda rimane almeno fino al 2026
Articolo precedente

MotoGP: Honda rimane almeno fino al 2026

Articolo successivo

Esponsorama: ecco le Ducati di Bastianini e Marini

Esponsorama: ecco le Ducati di Bastianini e Marini
Carica i commenti