Lorenzo: “Mi aspettavo molto da Marquez, ma ha avuto paura”

Jorge Lorenzo ha analizzato il Gran Premio di Spagna sul suo canale YouTube, distinguendo le sorprese e le delusioni del fine settimana.

Lorenzo: “Mi aspettavo molto da Marquez, ma ha avuto paura”

La gara di MotoGP a Jerez ha avuto un finale inaspettato dopo che Fabio Quartararo arretrasse e Jack Miller approfittasse dell’occasione per conquistare la sua seconda vittoria nella classe regina. Per Jorge Lorenzo, l’australiano è stato in grado di esserci nel momento e nel posto giusto.

“Quartararo ha conquistato la sua quarta pole a Jerez e sembrava che volasse verso la vittoria, ma tutto si è complicato e Jack Miller ha approfittato della circostanza. Stava facendo una gara ottima, senza tirare troppo, ma gli è stata servita la vittoria su un piatto d’argento e ne ha saputo approfittare molto bene”, ha affermato nella sua trasmissione 99 seconds su YouTube.

“È stato una delle sorprese piacevoli. Non è mai facile uscire da un periodo complicato come quello che stava vivendo, con due gare deludenti e la terza fallendo in maniera eclatante a Portimao. Ma la verità è che ha completato un fine settimana solido con la prima fila e una grande partenza. Per me continua a mancargli precisione, è veloce, in alcune situazioni è il migliore, ma gli manca solidità per vincere in maniera costante”.

L’ex pilota Ducati crede che a Borgo Panigale abbiano una moto pronta per lottare per il titolo e il nuovo leader del mondiale, Pecco Bagnaia, è colui che può approfittare al meglio di tutte queste qualità: “In questo momento si può dire che Ducati possa vincere su ogni pista, è una moto completa. Non ha ancora il passo in curva migliore, ma è pronta per il mondiale”.

“Bagnaia è rimasto eclissato nelle prime due gare, sembrava stesse in ombra. Ma ha ricaricato le pile ed è diventato il leader di Ducati e del campionato. Ha un’occasione ottima perché forse sta guidando la miglior Ducati di sempre. È una moto completa e il suo stile lo favorisce”.

Un altro dei protagonisti del Gran Premio è stato Marc Marquez, che ha avuto due cadute pesanti che lo hanno condizionato la domenica: “Mi aspettavo molto da Marc Marquez. Il fine settimana è iniziato bene, però è arrivata la caduta, ha avuto un po’ di dolore. Niente di grave, ma gli ha condizionato la fiducia. Dopo un grande risultato a Portimao, che in un certo senso lo ha fatto sentire un eroe, ti vedi in grado di fare più di quanto tu possa realmente. È successo anche a me”.

“Questo, insieme a una Honda sempre critica sull’anteriore, condizioni di pista fredda e una curva delicata, hanno fatto sì che perdesse l’anteriore e avesse un po’ paura. Nel warm up è caduto di nuovo. È entrato nella modalità sopravvivenza. Ha fatto una piccola rimonta in gara superando il suo compagno di squadra Pol Espargaro, ma senza quella caduta penso che avrebbe potuto ambire a qualcosa di meglio”.

Lorenzo ha anche parlato della situazione di Valentino Rossi, che in una delle sue piste preferite non è riuscito a brillare: “Da Rossi mi aspettavo molto a Jerez, dove ha vinto molto, una pista favorevole a Yamaha. Un’altra volta è rimasto fuori dai punto. Nelle poche volte in cui è stato inquadrato dalle telecamere, si è visto fuori dalla pista, impreciso. Rossi è uno dei piloti più precisi e ora non solo è lento dei movimenti e non ottiene risultati, ma è anche impreciso nelle traiettorie”.

condividi
commenti
Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo"
Articolo precedente

Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo"

Articolo successivo

Puig: "Honda sa che abbiamo problemi con la moto"

Puig: "Honda sa che abbiamo problemi con la moto"
Carica i commenti