Lorenzo: "E' stata una qualifica stressante, in gara sarà fondamentale spingere al 95%"

condividi
commenti
Lorenzo:
Di: Marco Di Marco
22 set 2018, 15:35

Lo spagnolo ha centrato la terza pole consecutiva grazie ad un giro perfetto in una sessione caratterizzata da grande nervosismo. Per Jorge domani sarà fondamentale preservare le gomme sino a 10 giri dal termine.

Il poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team, Andrea Dovizioso, Marc Marquez
Il poleman Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team

Anche ad Aragon la Ducati è stata grande protagonista nelle qualifiche. Su un tracciato che in passato si è sempre rivelato ostico alle moto di Borgo Panigale, ma che quest’anno sembra sposarsi alla perfezione con il telaio delle Desmosedici GP, Jorge Lorenzo ed Andrea Dovizioso hanno conquistato il primo ed il secondo replicando il risultato visto a Misano.

Per Jorge Lorenzo è così arrivata la quarta pole stagionale in una sessione dove a farla da padrona è stata la tensione. Quasi tutti i piloti, infatti, hanno girato sul tracciato con un ritmo blando per evitare di dare la scia a chi seguiva e Lorenzo ha rischiato di veder rovinato il suo giro migliore proprio per il traffico incontrato in pista.

Il maiorchino ha affermato come sia stato costretto a rischiare qualcosa in più con il secondo set di gomme, ma alla fine è parso decisamente soddisfatto del risultato.

“C’erano molti piloti in pit lane ed anche in pista per cercare la scia. Per due o tre giri abbiamo aspettato, siamo andati lenti, e c’era molta tensione. E’ stato difficile mantenere la calma e la concentrazione quando ho visto gli altri piloti qualche centinaio di metri davanti a me che andavano piano, pensavo di non riuscire a migliorare il tempo che avevo fatto con le gomme usate nella prima uscita”.

Leggi anche:

“Per fortuna alla fine hanno spinto ed ho avuto pista libera, ma avevo una gomma posteriore che aveva già un paio di giri e non era performante come la prima. Ho dovuto spingere un pelino di più in qualche curva per migliorare il mio crono e alla fine ci sono riuscito per un soffio”.

Lorenzo, nonostante il contratto già firmato con la HRC per la prossima stagione, ha voluto sottolineare l’importanza della seconda doppietta di fila e della terza pole consecutiva conquistata in sella alla Ducati.

“Sono molto contento per il team. Abbiamo fatto un’altra doppietta in qualifica ed ho conquistato la mia terza pole consecutiva. Sono molto contento”.

Jorge ha poi dato una sua visione sullo svolgimento della gara. Secondo lo spagnolo sarà fondamentale preservare gli pneumatici nella fase iniziale, evitando di spingere al massimo ma senza andare troppo piano.

Per Lorenzo l’elettronica Ducati potrà rivelarsi fondamentale nella gestione delle gomme.

“La gara sarà difficile. Ci sarà molto caldo e sarà molto fisica. Bisognerà gestire al meglio gli pneumatici e credo che la Ducati abbia un vantaggio da questo punto di vista con l’elettronica. Sarà importante sia la partenza che la strategia”.

“Sarà una gara dove si dovrà spingere al 95 % senza sbagliare e bisognerà vedere chi sarà il più forte negli ultimi dieci giri”.

Prossimo articolo MotoGP
Iannone soddisfatto: "Avrei potuto centrare anche la prima fila, ma va bene così. E domani possiamo migliorare"

Articolo precedente

Iannone soddisfatto: "Avrei potuto centrare anche la prima fila, ma va bene così. E domani possiamo migliorare"

Articolo successivo

Rossi nel baratro: "Non credo che arriveremo in Top 10 domani. Sembra che il nostro lavoro sia inutile"

Rossi nel baratro: "Non credo che arriveremo in Top 10 domani. Sembra che il nostro lavoro sia inutile"
Carica i commenti