Lorenzo attacca Crutchlow sui social: i piloti difendono Cal

Jorge Lorenzo non si risparmia e torna all’attacco sui social, commentando la caduta di Cal Crutchlow nei test di Losail. Ma stavolta gli altri piloti non ci stanno e difendono il nuovo collaudatore Yamaha, innescando una discussione via social.

Lorenzo attacca Crutchlow sui social: i piloti difendono Cal

Cal Crutchlow si è ritirato dalle gare, ma continuiamo a vederlo in pista anche quest’anno. Dal 2021 infatti ricopre il ruolo di collaudatore per Yamaha, tornando così al team dove ha esordito in MotoGP e sostituendo Jorge Lorenzo, che nel 2020 aveva avuto lo stesso ruolo, ma non aveva mai girato per tutta la stagione.

Come è noto, il maiorchino non aveva digerito l’idea di essere stato rimpiazzato e aveva mostrato tutto il suo disappunto sui social. Nei mesi scorsi infatti non si era risparmiato, attaccando in più di un’occasione Cal Crutchlow. Il cinque volte campione del mondo aveva avvertito Yamaha che il britannico fosse più noto per le cadute che per le vittorie e la Casa di Iwata si sarebbe dovuta preoccupare di rinnovare le carene che avrebbe distrutto.

Sembrava che la situazione si fosse calmata, ma al termine dei test in Qatar, Jorge Lorenzo è tornato a fare la voce grossa sui social. Cal Crutchlow è caduto nell’ultima giornata di test alla Curva 2 e l’account Instagram della MotoGP ha pubblicato un post in cui spiegava il motivo per cui sia lui sia molti altri piloti avevano perso il controllo della propria moto in quel punto della pista: “Cal Crutchlow non è stato l’unico a cadere nella trappole della Curva 2! Molti piloti si sono trovati nella ghiaia appena il sole è calato e le temperature sono crollate. Fortunatamente tutti i piloti stanno bene”.

 

Immancabile a quel punto è stato il commento di Lorenzo, che non si è risparmiato e ha scritto un secco: “Io l’avevo detto”. Immediata è stata però la reazione degli altri piloti, che sono entrati in difesa di Cal Crutchlow, rispondendo per le rime allo spagnolo. Il primo a farsi avanti è stato Jack Miller: “Pensa per te. Cresci, amico. Seriamente, smettila di comportanti come un bambino!”. La discussione via social è proseguita con la risposta piccata di Lorenzo: “Perché non spegni il telefono, smetti di fare le frenate ed inizi a vincere qualche gara? Hai già 26 anni. Concentrati su cosa è importante e non sprecare il tuo talento”.

Ma Jack Miller non è stato l’unico ad intervenire in difesa di Cal Crutchlow. Al battibecco via social nato tra i due si è inserito Aleix Espargaro. Il pilota Aprilia ha condiviso su Twitter uno screenshot del post MotoGP con i relativi commenti e ha aggiunto: “Preferisco essere una brava persona che un campione. Ti voglio bene, Cal!”. Anche in questo caso la risposta di Lorenzo non si è fatta attendere: “Meglio essere entrambi, no? Ti assicuro che è una sensazione meravigliosa e magari un giorno sarai in grado di provarla anche tu”.

Nel frattempo, con un sondaggio sui social, in cui è particolarmente attivo da sempre, Jorge Lorenzo ha chiesto se potesse interessare la propria opinione riguardo i test MotoGP che si sono svolti e che si svolgeranno nei prossimi giorni in Qatar. Nonostante il sondaggio avesse mostrato una maggiore percentuale di gente non interessata, il maiorchino ha voluto esprimere i propri giudizi su quanto visto, dopo aver seguito dalle Maldive, dove ora è in vacanza.

 

condividi
commenti
Report MotoGP: Ducati apre una nuova strada aero

Articolo precedente

Report MotoGP: Ducati apre una nuova strada aero

Articolo successivo

Bastianini: “Mi sono avvicinato ai due piloti ufficiali Ducati”

Bastianini: “Mi sono avvicinato ai due piloti ufficiali Ducati”
Carica i commenti