LCR mostra i colori della Honda RC213V di Alex Marquez

Questa mattina la squadra di Lucio Cecchinello ha svelato i colori della RC213V del nuovo arrivato in squadra. Domani invece sarà la volta di quella di Takaaki Nakagami.

LCR mostra i colori della Honda RC213V di Alex Marquez

Alex Marquez è pronto ad iniziare la sua seconda avventura in MotoGP. Il campione del mondo 2019 della Moto2 resta in orbita Honda, ma cambia colori. Dopo una prima stagione con il team ufficiale, lo spagnolo approda nel Team LCR, nel quale sarà chiamato a prendere il testimone di Cal Crutchlow.

Il più giovane dei fratelli Marquez è reduce da un 2020 che è stato probabilmente più complicato di quanto si sarebbe aspettato. Complice anche l'assenza di Marc, che gli avrebbe potuto fare da mentore, ha faticato parecchio a trovare il feeling con la RC213V, anche se nella seconda parte del campionato sono arrivate anche delle soddisfazioni.

La prima in occasione del Gran Premio di Francia, nel quale ha conquistato il suo primo podio in MotoGP, chiudendo secondo sotto alla pioggia di Le Mans. La prova di maturità però è arrivata un paio di settimane più tardi, quando sull'asciutto è riuscito a contendere la vittoria del Gran Premio di Aragon ad Alex Rins praticamente fino alla fine, piazzandosi nuovamente secondo.

A fine stagione si è dovuto accontentare del 14esimo posto in campionato, ma la crescita mostrata nel finale ha dimostrato che la Honda ha fatto bene a confidargli la sua fiducia: pur avendogli preferito Pol Espargaro per la squadra ufficiale, la HRC gli ha fatto firmare un contratto da pilota factory e lo ha appoggiato nella squadra di Lucio Cecchinello, che ha già dimostrato di poter lottare per i podi e le vittorie con Crutchlow. Un'ottima soluzione per proseguire il suo percorso di maturazione senza troppe pressioni.

Questa mattina la squadra ha svelato proprio i nuovi colori della RC213V di Alex, mentre domani farà la stessa cosa con quella di Takaaki Nakagami, confermato per il 2021 e promosso allo status di pilota factory a sua volta, che gli garantirà di avere una moto identica a quelle degli altri portacolori della Casa giapponese.

"Quando l'ho vista per la prima volta, cioè oggi, è stato incredibile", ha detto Marquez riguardo alla nuova livrea LCR, che è stata svelata online. "E' stata una sensazione incredibile quando ho visto la nuova moto. E' davvero bella, i colori sono speciali".

"So che il team LCR ha una grande storia nel Mondiale, quindi indossare questi colori è sempre un piacere", ha detto facendo un chiaro riferimenti ad altri piloti di alto livello che hanno fatto parte della storia del team, come ad esempio il due volte iridato Casey Stoner, che fece il suo esordio proprio con la struttura di Cecchinello.

"Come ho detto prima, il lool è importante, ma i risultati lo sono ancora di più. Quindi è sempre bello essere su una bella moto per cercare di fare dei buoni risultati. E quest'anno sarà importante per me riuscirci, provando ad essere più costante di quanto sia stato nel 2020", ha concluso.

Alex Marquez, Team LCR Honda
Alex Marquez, Team LCR Honda
1/11

Foto di: Team LCR

Alex Marquez, Team LCR Honda
Alex Marquez, Team LCR Honda
2/11

Foto di: Team LCR

Alex Marquez, Team LCR Honda
Alex Marquez, Team LCR Honda
3/11

Foto di: Team LCR

Alex Marquez, Team LCR Honda
Alex Marquez, Team LCR Honda
4/11

Foto di: Team LCR

Alex Marquez, Team LCR Honda
Alex Marquez, Team LCR Honda
5/11

Foto di: Team LCR

Alex Marquez, Team LCR Honda
Alex Marquez, Team LCR Honda
6/11

Foto di: Team LCR

Alex Marquez, Team LCR Honda
Alex Marquez, Team LCR Honda
7/11

Foto di: Team LCR

Alex Marquez, Team LCR Honda
Alex Marquez, Team LCR Honda
8/11

Foto di: Team LCR

Bike of Alex Marquez, Team LCR Honda
Bike of Alex Marquez, Team LCR Honda
9/11

Foto di: Team LCR

Bike of Alex Marquez, Team LCR Honda
Bike of Alex Marquez, Team LCR Honda
10/11

Foto di: Team LCR

Alex Marquez, Lucio Cecchinello, Team LCR Honda
Alex Marquez, Lucio Cecchinello, Team LCR Honda
11/11

Foto di: Team LCR

condividi
commenti
Iannone duro dopo il caso Schwazer: "Il sistema fa schifo"

Articolo precedente

Iannone duro dopo il caso Schwazer: "Il sistema fa schifo"

Articolo successivo

La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales

La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales
Carica i commenti