La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales
Prime

La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales

Di:
Co-autore:
Matteo Nugnes

Dopo l'elettrizzante inizio della sua carriera in Yamaha nel 2017, Maverick Vinales ha faticato a trovare la costanza. Molti temono che l'arrivo di Fabio Quartararo possa significare un disastro per lui, ma la partenza di Valentino Rossi potrebbe essere proprio l'impulso di cui ha bisogno.

La stagione 2021 della MotoGP segna diversi fatti storici per la Yamaha. Il primo è il 60esimo anniversario dell'impegno del costruttore giapponese nei Gran Premi. Segna anche il primo anno in cui la leggenda Valentino Rossi non farà parte della sua squadra ufficiale, essendo stato trasferito al Team Petronas (con una moto factory) per far posto a Fabio Quartararo.

In generale, se c'è un momento negli ultimi anni in cui si è visto un vero e proprio cambio della guardia nella classe regina, è questo. E per rendersene conto basta guardare anche alla Ducati, dove Andrea Dovizioso ha salutato dopo 8 anni per far spazio ad una coppia giovane formata da Jack Miller e Pecco Bagnaia.

condividi
commenti

Fotogallery MotoGP: il trionfo di Quartararo a Portimao

Ecco le immagini più belle del Gran Premio del Portogallo, che si è chiuso con il trionfo di Fabio Quartararo e la strepitosa rimonta di Pecco Bagnaia ed ha visto anche l'attesissimo ritorno di Marc Marquez, settimo al traguardo.

Marquez: “È l’inizio del mio ritorno, ma non guardo al mondiale”

Marc Marquez si mostra felicissimo del settimo posto conquistato nella sua gara di rientro, a Portimao, e chiede tranquillità, necessaria per rispettare i tempi richiesti per tornare alla sua migliore versione.

Bagnaia: "Contento, ma se fossi partito più avanti..."

Il pilota della Ducati ha sfoderato una grande rimonta dall'11esimo posto in griglia al secondo finale, che gli vale la piazza d'onore anche nel Mondiale. Se non fosse sfumata la pole di ieri, forse il bersaglio grande sarebbe stato alla sua portata...

Quartararo: “Il 70% del risultato è dato dalla mentalità”

Fabio Quartararo ha conquistato la seconda vittoria della stagione, la quinta in MotoGP, e diventa leader del mondiale. Quest’anno il francese non vuole lasciarsi sfuggire la grande opportunità.

Mir: “Ho fatto il massimo con quello che avevo a disposizione”

A Portimao Joan Mir è stato autore di una gara in rimonta dalla nona alla terza posizione, che gli ha garantito il primo podio della stagione. Il campione del mondo in carica lascia il Portogallo con la voglia di migliorare la sua Suzuki, al momento meno efficace rispetto alle moto dei suoi avversari.

Rossi: "Peccato, i punti avrebbero dato morale"

Per il "Dottore" è arrivato il secondo zero consecutivo a Portimao, con una scivolata alla curva 10 avvenuta quando era in 11esima posizione. Il portacolori della Yamaha Petronas però prova a guardare il bicchiere mezzo pieno, perché oggi aveva migliorato il feeling ed il passo.

Mondiale MotoGP 2021: Quartararo prende la vetta

Con la seconda vittoria consecutiva a Portimao, il pilota della Yamaha si è portato in testa al Mondiale con un margine di 15 punti su Bagnaia. Nonostante l'11esimo posto, terzo c'è Vinales, che approfitta della caduta di Zarco. Mir è quinto a -23.

MotoGP: Quartararo domina a Portimao, Bagnaia 2° in rimonta

Il pilota della Yamaha lotta con Rins che però cade a 7 giri dalla fine e lo lascia in fuga solitaria: seconda vittoria e leadership iridata. Bagnaia rimonta dall'11esimo posto in griglia e chiude secondo davanti a Mir. Morbidelli sfiora il podio, mentre Marquez tiene botta e chiude settimo al rientro. Indietro Vinales, cadono Rossi, Zarco e Miller.

LCR mostra i colori della Honda RC213V di Alex Marquez

Articolo precedente

LCR mostra i colori della Honda RC213V di Alex Marquez

Articolo successivo

Alex Marquez: "Non ero pronto quando Marc si è infortunato"

Alex Marquez: "Non ero pronto quando Marc si è infortunato"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Maverick Ruiz Viñales
Team Yamaha Factory Racing
Autore Lewis Duncan