La MotoGP slitta ancora: rinviate Mugello e Barcellona

Ora è arrivata anche l'ufficialità: il GP d'Italia di MotoGP, previsto per il 31 maggio, è stato rinviato a data da destinarsi. Stessa sorte anche per quello di Catalogna: ora la prima gara in calendario è il Sachsenring, il 21 giugno.

La MotoGP slitta ancora: rinviate Mugello e Barcellona

Bisognerà aspettare almeno la seconda metà di giugno per vedere il ritorno in pista della MotoGP. Ma probabilmente anche quello annunciato oggi è solo un step intermedio, perché le previsioni più verosimili parlano di estate inoltrata per la riaccensione dei motori.

La notizia di oggi era già nell'aria da qualche giorno, perché riguarda il rinvio ufficiale delle prossime due tappe in calendario, quella del Mugello e quella di Barcellona, sempre a causa della pandemia di Coronavirus che sta colpendo tutto il pianeta.

Nei giorni scorsi, infatti, il segretario generale dello sport della Catalogna aveva già annunciato che la gara di Motmeló, inizialmente prevista per il 7 giugno, sarebbe stata rinviata. Cosa che chiaramente metteva in pericolo anche il GP d'Italia, fissato una settimana prima sul tracciato toscano.

Leggi anche:

Stamani è arrivata la conferma da parte della Dorna e della FIM che, come nel caso del GP di Spagna a Jerez de la Frontera, hanno rinviato l'evento a data da destinarsi, spiegando che in questo momento è meglio non fare previsioni e che il nuovo calendario sarà diffuso solamente quando ci saranno più garanzie legate alla diffusione del virus.

La speranza è che la tappa del Mugello possa trovare uno slot per essere recuperata quando finalmente si potrà ripartire, magari organizzando un "back to back" con Misano per limitare anche gli spostamenti delle squadre.
Come detto, al momento però è troppo complicato fare previsioni, quindi ci si può aggrappare solo alle speranze, visto che qualche giorno fa anche Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna Sports, si è lasciato sfuggire una frase emblematica, dicendo che potrebbe anche non esserci una stagione 2020, augurandosi però di riuscire ad organizzare almeno una decina di gare.

Allo stato attuale, la prima gara del calendario 2020 della MotoGP sarebbe il Gran Premio di Germania, fissato per il 21 giugno. Anche in questo caso, però, appare probabile che possano arrivare degli ulteriori slittamenti nelle prossime settimane.

condividi
commenti
Xaus: "Situazione difficile per i team privati, ma non molliamo"

Articolo precedente

Xaus: "Situazione difficile per i team privati, ma non molliamo"

Articolo successivo

Marquez: "Australia 2015 tra le mie gare più belle"

Marquez: "Australia 2015 tra le mie gare più belle"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Location Mugello
Autore Matteo Nugnes