La MotoGP reintroduce le wild card nel 2021

E' questa la novità più importante tra le decisioni dell'ultimo incontro della Grand Prix Commission, che permette di tornare a schierare delle wild card, dopo che erano state vietate nel 2020 a causa della pandemia del Coronavirus. Saranno possibili anche in Moto2 e Moto3, per un massimo di due per classe in ogni evento.

La MotoGP reintroduce le wild card nel 2021

Questa mattina sono arrivate le ultime decisioni della stagione della Grand Prix Commission e con queste la risposta alla domanda che ormai aleggiava da qualche settimana: nel 2021 sarà possibile tornate a fare delle wild card?

L'opportunità di schierare una moto extra era stata preclusa nel 2020 nell'ambito delle restrizioni introdotte a causa del COVID-19. Una scelta che fece saltare l'attesissimo ritorno di Jorge Lorenzo sulla Yamaha, previsto per il Gran Premio di Catalogna, ma che per esempio ha impedito anche a Michele Pirro di schierarsi in MotoGP con la Ducati del test team.

Con la stabilità che è stata trovata con il protocollo anti-COVID della Dorna, tuttavia, è stato deciso di reintrodurle nella stagione 2021, per un massimo di due per ogni classe in ogni evento.

Una regola che sarebbe stata interessante soprattutto nel caso in cui Andrea Dovizioso avesse ceduto alla corte di Yamaha, andando a vestire i panni del collaudatore. Ruolo che invece alla fine è stato affidato a Cal Crutchlow, che quindi magari potremmo rivedere in pista una tantum.

Per quanto riguarda la Moto2 e la Moto3 ci sarà un'ulteriore restrizione, che permetterà di schierare della wild card solamente alle squadre che sono presenti regolarmente sullo schieramento del Mondiale.

Bandiere gialle

Ci sono state poi altre implementazioni al regolamento sportivo, a partire dal tema delle bandiere gialle. La Grand Prix Commission ha deciso di mettere nero su bianco l'attuale policy introdotta dal regolamento quest'anno, che prevede la cancellazione di qualsiasi tempo ottenuto nelle prove libere da un pilota transitato dove era sventolata una bandiera gialla.

Eccesso di velocità in pitlane

E' stata modificata anche la sanzione da applicare nel caso in cui un pilota si renda colpevole di aver superato il limite di velocità nella pitlane in gara. Fino a quest'anno era previsto un drive through, ma è stata commutata in una doppia long lap penalty. Stessa punizione che è prevista nel caso di una partenza anticipata.

Depositi cauzionali

Il regolamento è stato modificato per formalizzare anche una prassi attuale relativa ai reclami o agli appelli. Qualsiasi persona o ente che ne presenta una, vedrà il suo deposito cauzionale restituito nel caso in cui il reclamo o l'appello abbiano successo. (Nota: è anche prassi corrente che tutti i depositi cauzionali che vengono incamerati vadano
ad un fondo amministrato dal FIM per un eventuale utilizzo per buone cause).

Miglior Gran Premio

La Grand Prix Commission ha deciso che, a causa delle difficoltà causate dalla pandemia, non sarebbe stato giusto decretare il miglior Gran Premio. Invece, un trofeo speciale sarà omaggiato a tutti i i dieci circuiti che hanno ospitato gli eventi nel 2020, in riconoscimento degli enormi sforzi compiuti per sostenere il campionato in tempi difficili.

condividi
commenti
Joe Roberts spiega i motivi del no all'Aprilia

Articolo precedente

Joe Roberts spiega i motivi del no all'Aprilia

Articolo successivo

Aleix Espargaro: “A Zarco non importa la sicurezza dei piloti”

Aleix Espargaro: “A Zarco non importa la sicurezza dei piloti”
Carica i commenti