La MotoGP riduce ancora i test: ecco il calendario di quelli della prossima stagione

condividi
commenti
La MotoGP riduce ancora i test: ecco il calendario di quelli della prossima stagione
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
14 giu 2018, 10:23

Confermata la riduzione a due soli test pre-campionato ufficiali, ma soprattutto i piloti titolari non potranno più effettuare delle sessioni private, ad eccezione di quelli che corrono per le squadre che dispongono delle concessioni.

Franco Morbidelli, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Franco Morbidelli, Estrella Galicia 0,0 Marc VDS
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Arrivano delle nuove restrizioni in materia di test per le squadre di MotoGP. Nei mesi scorsi era già stato trovato un accordo per ridurre da tre a due i test ufficiali pre-campionato che si effettuano fuori dall'Europa.

Ora però è stato dato un altro giro di vite, che scatterà a partire dalla conclusione della stagione 2018. La restrizione è molto chiara: se fino a quest'anno le squadre avevano a disposizione cinque giorni di test privati da sfruttare con i piloti titolari, dalla prossima stagione questi potranno scendere in pista solamente nelle giornate di test ufficiali.

Una scelta fatta per ridurre i costi, ma anche per cercare di non rendere eccessivi gli impegni dei membri delle squadre, che dall'anno prossimo dovranno anche fare i conti con un calendario più lungo, con 19 Gran Premi.

Tuttavia, per cercare di bilanciare in parte questa riduzione, entra a far parte dei test ufficiali una due giorni fissata per fine novembre a Jerez de la Frontera. Inoltre, nel corso della stagione ci sarà un test ufficiale di due giorni in Europa nel corso della stagione, la cui location però sarà definita solo dopo la pubblicazione del calendario (non potrà essere su una pista su cui si correrà nei 14 giorni successivi).

Di seguito, ecco quindi l'elenco completo dei test ammessi per la prossima stagione, che non va applicato però ai team con le concessioni, che mantengono la loro libertà di provare:

- Due giorni di test ufficiali a Valencia dopo l'ultima gara del 2018.
- Due giorni di test ufficiali a Jerez a fine novembre 2018.
- Tre giorni di test ufficiali a Sepang ad inizio febbraio 2019.
- Tre giorni di test ufficiali a Losail approssimativamente due settimane prima del GP del Qatar.
- Tre test ufficiali di un giorno da disputare al lunedì dopo i GP (che saranno fissati dopo la pubblicazione del calendario).
- Due giorni di test ufficiali in Europa durante la stagione, su una pista che sarà definita dopo la pubblicazione del calendario.

Articolo successivo
Michelin, Taramasso: "A Barcellona l'usura non sarà un problema, ma occhio alle temperature"

Articolo precedente

Michelin, Taramasso: "A Barcellona l'usura non sarà un problema, ma occhio alle temperature"

Articolo successivo

L'airbag diventa obbligatorio anche per le wild card in MotoGP dopo l'incidente di Pirro

L'airbag diventa obbligatorio anche per le wild card in MotoGP dopo l'incidente di Pirro
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie