La maledizione del numero 1 in MotoGP

Nell'attesa di sapere se Joan Mir cambierà numero nel 2021, ricordiamo gli ultimi piloti che hanno messo l'1 sul cupolino dopo essere diventati campioni della MotoGP.

La maledizione del numero 1 in MotoGP

Da quando Valentino Rossi è diventato campione del mondo della 500cc nel 2001 ed ha deciso di difendere il titolo con il suo #46, pochissimi piloti hanno "indossato" il #1 nella classe regina.

Nelle ultime due decadi sono solamente sette i piloti che hanno conquistato il titolo e, tra questi, ben 13 li hanno sommati proprio Rossi e Marc Marquez. E il pilota della Honda ha proseguito il trend lanciato dal "Dottore", proseguendo con il #93, quindi il #1 è stato visto molto raramente sulla griglia di partenza della MotoGP.

Joan Mir è stato pilota ad essere incoronato campione della categoria, ma non ha ancora detto se cambierà il suo #36, anche se la Suzuki vorrebbe che lo facesse. L'ultimo pilota a farlo è stato Casey Stoner nel 2012, come nel 2008, ma in nessuna delle due occasioni è riuscito a difendere il titolo.

Leggi anche:

Dopo la prima volta in cui è stato incoronato campione della MotoGP, anche Jorge Lorenzo ha cambiato il suo #99 per il #1 nel 2011, ma anche lui non è riuscito a ripetersi e quindi nelle due occasioni successive ha conservato il suo numero tradizionale.

Infatti, per trovare l'ultimo pilota capace di confermarsi campione con il numero 1 bisogna tornare indietro fino al 1998, quando Mick Doohan vinse il suo quinto titolo consecutivo della 500cc. Un anno dopo le cose non andarono tanto bene, perché nel secondo Gran Premio della stagione subì un infortunio che pose fine alla sua carriera.

Da allora, abbiamo visto solo sei volte il numero 1 sulla griglia di partenza della MotoGP e tutti hanno incontrato la stessa sorte: Joan Mir oserà tentare di spezzare questa maledizione?

Gli ultimi campioni della MotoGP/500cc che hanno usato il #1

2012: Casey Stoner, Repsol Honda Team
2012: Casey Stoner, Repsol Honda Team
1/15

Foto di: Hazrin Yeob Men Shah

2011: Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Team
2011: Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Team
2/15

Foto di: Hazrin Yeob Men Shah

2008: Casey Stoner, Ducati
2008: Casey Stoner, Ducati
3/15

Foto di: Bob Heathcote

2007: Nicky Hayden, Repsol Honda Team
2007: Nicky Hayden, Repsol Honda Team
4/15

Foto di: Honda Racing

2001: Kenny Roberts Jr., Team Suzuki MotoGP
2001: Kenny Roberts Jr., Team Suzuki MotoGP
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

2000: Alex Criville, Repsol Honda Team
2000: Alex Criville, Repsol Honda Team
6/15

Foto di: Repsol Media

1999: Mick Doohan, Repsol Honda Team
1999: Mick Doohan, Repsol Honda Team
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

1998: Mick Doohan, Repsol Honda Team
1998: Mick Doohan, Repsol Honda Team
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

1997: Mick Doohan, Repsol Honda Team
1997: Mick Doohan, Repsol Honda Team
9/15

Foto di: Repsol Media

1996: Mick Doohan, Repsol Honda Team
1996: Mick Doohan, Repsol Honda Team
10/15

Foto di: Repsol Media

1995: Mick Doohan, Repsol Honda Team
1995: Mick Doohan, Repsol Honda Team
11/15

Foto di: Repsol Media

1994: Kevin Schwantz, Lucky Strike Suzuki
1994: Kevin Schwantz, Lucky Strike Suzuki
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

1993: Wayne Rainey, Marlboro Roberts Yamaha
1993: Wayne Rainey, Marlboro Roberts Yamaha
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

1992: Wayne Rainey, Marlboro Roberts Yamaha
1992: Wayne Rainey, Marlboro Roberts Yamaha
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

1991: Wayne Rainey, Marlboro Roberts Yamaha
1991: Wayne Rainey, Marlboro Roberts Yamaha
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Test Sepang: la MotoGP lavora per evitare la quarantena
Articolo precedente

Test Sepang: la MotoGP lavora per evitare la quarantena

Articolo successivo

Botti di fine anno: gli incidenti più spettacolari del 2020

Botti di fine anno: gli incidenti più spettacolari del 2020
Carica i commenti