La gara di Phillip Island della MotoGP partirà un'ora prima dal 2019

condividi
commenti
La gara di Phillip Island della MotoGP partirà un'ora prima dal 2019
Andrew van Leeuwen
Di: Andrew van Leeuwen
29 ott 2018, 10:04

L'inizio del GP d'Australia di MotoGP dovrebbe essere anticipato di un'ora a partire dal 2019, in seguito alle numerose richieste portate dai piloti.

L'inizio della gara di Phillip Island alle 16 è sempre stato poco gradito ai piloti, perché l'abbassamento della temperatura è sempre molto repentino nel pomeriggio australiano.

Marc Marquez e Valentino Rossi l'anno scorso avevano insistito parecchio su questo punto, sperando che il via potesse essere anticipato alle 15.

Anche se alla fine non è successo, sembra che il desiderio dei piloti possa essere esaudito. Stando a quanto ha appreso Motorsport.com, la Dorna ha accettato di spostare l'inizio della gara alle 15 locali dal 2019 in poi. Cosa che dovrà essere poi discussa con l'Australian Grand Prix Corporation.

Le parti devono ancora annunciare formalmente il cambiamento, ma il capo della AGPC Andrew Westacott, ha dichiarato a Motorsport.com che da parte degli organizzatori c'è apertura verso questo cambiamento.  

Leggi anche:

"La Dorna non prende le decisioni unilateralmente e lo stesso vale per noi" ha detto Westacott. "Abbiamo una partnership molto forte e lavoriamo con loro su ogni aspetto dell'evento".

"E' risaputo che una delle cose di cui stiamo discutendo da un po' sono gli orari della gara. Posso dire che ne stiamo parland con la Dorna. Come tutto, che si tratti di questioni di omologazione, di sicurezza e di tempistiche, abbiamo un processo di debriefing approfondito".

"Abbiamo preso appunti per tutto il weekend e lavoraremo con la Dorna nelle prossime settimane, decidendo quali dovranno essere i piani per il prossimo anno".

"Siamo flessibili riguardo ai cambiamenti e troveremo un punto d'accordo reciproco con la Dorna".

Anticipare la gara di un'ora vorrebbe dire portarla alle 5 della mattina per quanto riguarda l'orario europeo ed è questo il tema più grande di discussione, visto che la maggior parte del pubblico è proprio quello del vecchio continente.

Ma secondo Westacott la decisione di spostare la gara alle 16 era stato preso inizialmente anche per altri motivi: "Il motivo per cui abbiamo cambiato è perché le prime sessioni di prove altrimenti si sarebbero svolte con la pista molto fredda" ha detto.

"Spostando tutto il programma anche solo di un'ora, la pista si presentava in condizioni migliori, inoltre ne abbiamo tratto un vantaggio anche dal punto di vista degli orari in Europa".

"Ma le cose si evolvono e cambiano: se torniamo a correre alle 15, cercheremo di farlo nella maniera più appropriata, tenendo conto di tutte le informazioni a nostra disposizione".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Articolo successivo
Iannone: "Il lavoro più grande per far crescere la Suzuki credo di averlo fatto io"

Articolo precedente

Iannone: "Il lavoro più grande per far crescere la Suzuki credo di averlo fatto io"

Articolo successivo

Bautista: "A Sepang mi mancherà molto il motore della Ducati ufficiale"

Bautista: "A Sepang mi mancherà molto il motore della Ducati ufficiale"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Australia
Autore Andrew van Leeuwen
Tipo di articolo Ultime notizie