MotoGP
04 apr
Evento concluso
G
GP d'Argentina
08 apr
Postponed
G
GP delle Americhe
15 apr
Postponed
G
GP di Spagna
02 mag
Gara in
17 giorni
G
GP di Francia
16 mag
Gara in
31 giorni
G
GP d'Italia
30 mag
Gara in
45 giorni
G
GP della Catalogna
06 giu
Gara in
52 giorni
G
GP di Germania
20 giu
Gara in
66 giorni
G
GP d'Olanda
27 giu
Gara in
73 giorni
G
GP di Finlandia
11 lug
Gara in
87 giorni
G
GP d'Austria
15 ago
Gara in
122 giorni
G
GP di Gran Bretagna
29 ago
Gara in
136 giorni
G
GP di Aragon
12 set
Gara in
150 giorni
G
GP di San Marino
19 set
Gara in
157 giorni
G
GP del Giappone
03 ott
Gara in
171 giorni
G
GP d'Australia
24 ott
Gara in
192 giorni
G
GP di Malesia
31 ott
Gara in
199 giorni
G
GP di Valencia
14 nov
Gara in
213 giorni
Motorsport.com's Prime content
Topic

Motorsport.com's Prime content

KTM: la RC16 ora è pronta per fare grandi cose
Prime

KTM: la RC16 ora è pronta per fare grandi cose

Di:

Con tre vittorie, la Casa di Mattighofen è stata la grande rivelazione della MotoGP 2020. La crescita però non è stata per niente casuale, ma il frutto di un'ottima pianificazione. Ora però è chiamata a confermarsi e magari provare a fare addirittura meglio nel 2021.

Non ci sono grossi dubbi su quale sia il marchio che ha fatto i passi avanti più grandi nella stagione 2020 della MotoGP. I numeri parlano chiaro per la KTM: tre vittorie, tre pole position ed altri quattro piazzamenti a podio vanno probabilmente oltre anche a quelle che erano le speranze della Casa di Mattighofen, che fino al 2019 aveva colto solamente un podio sotto al diluvio, a Valencia nel 2018.

Il bottino di punti nella classifica Costruttori, infatti, è stato quasi raddoppiato rispetto al 2019 (200 contro 111), nonostante il calendario di quest'anno sia stato ridotto a soli 14 Gran Premi dalla pandemia del COVID-19, cinque in meno rispetto al campionato precedente. Inoltre Pol Espargaro ha chiuso quinto nella classifica piloti, mancando il podio iridato per sole 4 lunghezze.

condividi
commenti

Ecco il piano MotoGP per fare tutte le 18 gare 2021

Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna, ha spiegato che mantiene l'idea di fare almeno 18 gare in questa stagione, incluso il tour transoceanico. Qualora una gara dovesse saltare, ci sono alternative.

Dovizioso: "Aprilia ha una buona base, mi divertirò al Mugello"

Il forlivese ha gradito la prima presa di contatto con la RS-GP a Jerez, ma per il momento preferisce non pensare troppo al futuro. L'unica certezza è il secondo test che si svolgerà al Mugello l'11 e 12 maggio.

Mir: "Devo guidare in modo innaturale per fare un tempo"

Joan Mir, campione del mondo in carica della MotoGP, è preoccupato per la difficoltà di fare un ottimo tempo sul giro secco al sabato. Questo, infatti, lo ha costretto sino a ora a partire molto indietro in gara.

Miller: "Riabilitazione ok, ma non sarò al 100%"

Il recupero dall'operazione di sindrome compartimentale sta procedendo al meglio per il pilota della Ducati, che però a Portimao non sarà ancora al 100%. Il suo compagno Pecco Bagnaia invece spera di poter proseguire il trend positivo di inizio campionato.

Marquez torna per risollevare Honda dal peggior avvio di stagione

Per la prima volta nella storia di Honda HRC, nessun pilota della casa dell’ala dorata è rientrato fra i primi 4 nelle prime due gare della stagione.

Taramasso: "Accetto critiche obiettive, non chi spara a zero"

Il responsabile della Michelin ha respinto con forza le critiche ricevute in Qatar, sottolineando che le performance sono state di alto livello e ritenendo quindi che non si possa imputare nulla alle gomme.

Podcast: Jerez 2005, la "spallata" vincente di Valentino Rossi

Nuova puntata di Pillole di Motorsport, il podcast di Motorsport.com dedicato ad aneddoti e curiosità del mondo dei motori. Nell'aprile del 2005, la MotoGP arriva a Jerez de la Frontera. Andiamo a rivivere insieme la sfida Rossi-Gibernau, sancita da uno degli atti più iconici della storia delle due ruote...

MotoGP
13 apr 2021

Márquez: "Ho ascoltato i medici e il mio corpo per tornare”

Marc Márquez farà il suo ritorno questo fine settimana al GP del Portogallo dopo quasi nove mesi fuori a causa dell'infortunio. Il pilota della Honda farà il suo debutto su un circuito poco familiare per lui.

MotoGP
13 apr 2021
Suzuki e Mir campioni a sorpresa, ma con tanto merito

Articolo precedente

Suzuki e Mir campioni a sorpresa, ma con tanto merito

Articolo successivo

Marc Marquez dimesso dall'ospedale a 10 giorni dall'operazione

Marc Marquez dimesso dall'ospedale a 10 giorni dall'operazione
Carica i commenti