Jarvis: "Senza COVID, Morbidelli meriterebbe una M1 Factory"

Il managing director della Yamaha ha spiegato che nel 2021 Franco non potrà avere una moto identica a quelle ufficiali a causa della crisi economica generata dal COVID-19, ma che se la sarebbe meritata per quanto fatto in pista nel 2020.

Jarvis: "Senza COVID, Morbidelli meriterebbe una M1 Factory"

Ci sono pochi dubbi sul fatto che Franco Morbidelli sia stato una della grandi rivelazioni della MotoGP 2020. E' vero che parliamo del campione 2017 della Moto2, ma probabilmente in pochi avrebbero scommesso che sarebbe stato capace di conquistare tre vittorie, firmare due pole position, ma soprattutto chiudere la stagione da vice-campione del mondo.

Anche perché "Franky" era reduce da un 2019 chiuso solamente al decimo posto, nel quale era stato surclassato dal compagno di box Fabio Quartararo. Inoltre, la sua M1 non era una moto identica alle tre Factory, ma era una Spec-A, quindi un prototipo con qualcosina in meno a livello di sviluppo.

Eppure, a fine stagione il migliore dei piloti Yamaha è stato proprio lui, mancando l'appuntamento con il titolo iridato per appena 13 punti. Una progressione che ha stupito anche i vertici della Casa di Iwata, come ha ammesso il managing director Lin Jarvis in un'intervista concessa alla Gazzetta dello Sport.

Leggi anche:

"Ha iniziato la stagione da outsider, anche per i risultati 2019, che hanno portato Fabio a firmare per il 2021 con il team interno e ad avere la M1 ufficiale come Valentino e Maverick", ha spiegato Jarvis.

"La logica diceva che erano loro tre a dover stare davanti. Ma finire a 13 punti da Mir credo sia stata una sorpresa positiva, per lui come per noi", ha aggiunto.

Nonostante questo, anche il prossimo anno Franco sarà il solo pilota della Yamaha a non disporre di una M1 Factory. Una moto che secondo Jarvis meriterebbe, ma che non sarà possibile fornirgli a causa della crisi economica innescata dalla pandemia del COVID-19.

"Sono d'accordo con chi sostiene che se la meriterebbe, e in una situazione normale sarebbe così. Ma il COVID ha cambiato tante cose e lui non era secondo quando abbiamo deciso per il 2021", ha detto Jarvis.

"La moto ufficiale è più cara della Spec-A di Franco e noi abbiamo un contratto con Petronas. Non era possibile trovare i soldi, né allestire una quarta moto in così poco tempo. Ma siamo convinti che avrà un grande futuro", ha concluso.

condividi
commenti
Crutchlow: “Credo che avremo vincitori a sorpresa anche nel 2021”
Articolo precedente

Crutchlow: “Credo che avremo vincitori a sorpresa anche nel 2021”

Articolo successivo

Ufficiale: Rabat correrà con Ducati Barni in SBK nel 2021

Ufficiale: Rabat correrà con Ducati Barni in SBK nel 2021
Carica i commenti