Il Pramac Racing difende la condotta di gara di Petrucci in Argentina

Secondo la squadra satellite della Ducati il contatto tra Danilo ed Aleix Espargaro non può essere equiparato a quello tra Marquez e Rossi o a quello tra Zarco e Pedrosa, perché non ha provocato alcuna caduta.

Il Pramac Racing difende la condotta di gara di Petrucci in Argentina
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing
Danilo Petrucci, Pramac Racing

Nel pomeriggio di oggi il Pramac Racing ha diffuso un breve comunicato stampa per difendere la condotta di gara di Danilo Petrucci nel GP d'Argentina. Alla squadra satellite della Ducati non è piaciuto il modo in cui è stato trattato dai media il contatto con Aleix Espargaro avvenuto nel corso della gara di Termas de Rio Hondo (lo spagnolo aveva commentato in maniera piuttosto accesa l'episodio).

Di seguito vi riportiamo integralmente il comunicato della squadra:

Alma Pramac Racing vuole esprimere il proprio disappunto nel leggere su alcuni media considerazioni riguardanti la condotta di gara di Danilo Petrucci. Il contatto tra Danilo Petrucci ed Aleix Espargaro non ha provocato conseguenze per il proseguo della gara di entrambi i piloti ma viene invece considerato alla stregua di quelli che hanno visto Johann Zarco e Marc Marquez estromettere, loro malgrado, dalla gara Dani Pedrosa e Valentino Rossi.

Lo stesso Danilo Petrucci, del resto, è stato toccato nell’ultimo giro da Syahrin dovendo allargare la traiettoria e consentire il passaggio di Andrea Iannone.

Nella speranza che queste riflessioni possano essere condivise o comunque analizzate dai media in questione, diamo a tutti i nostri tifosi appuntamento ad Austin con l’impegno di continuare a regalare con Danilo Petrucci e Jack Miller le grandi emozioni provate nei primi due week end della stagione 2018 di MotoGP.

condividi
commenti
Le Tribune Ducati tingeranno di Rosso il Mugello e Misano

Articolo precedente

Le Tribune Ducati tingeranno di Rosso il Mugello e Misano

Articolo successivo

Marquez: "Continuerò ad essere lo stesso, Rossi è uno come gli altri"

Marquez: "Continuerò ad essere lo stesso, Rossi è uno come gli altri"
Carica i commenti