Iannone: "Un miglioramento che credo nessuno si aspettasse da Aprilia"

condividi
commenti
Iannone: "Un miglioramento che credo nessuno si aspettasse da Aprilia"
Di:
29 mar 2019, 21:17

Il pilota di Vasto sottolinea la grande crescita mostrata rispetto al Qatar, visto che oggi ha mancato per una manciata di millesimi la top 10, con Espargaro a tallonarlo nella sua scia.

La prima giornata di prove in vista del GP di Argentina consegna alle cronache un Andrea Iannone decisamente in crescita. Con l’aumentare della confidenza con la RS-GP Andrea si mette in luce nella prima sessione che chiude con il quinto crono (1’40"366). Nella sessione pomeridiana Iannone è stato ancora più veloce (1’39"654), tempo che gli è valso l’undicesimo posto in una classifica cortissima con i primi dodici racchiusi in 516 millesimi.

"Sono contento perché continuiamo nel percorso che ci siamo prefissati. Oggi siamo partiti bene e abbiamo chiuso la giornata a mezzo secondo da chi ha vinto la scorsa gara, un miglioramento che credo nessuno si aspettasse da Aprilia in così poco tempo. La squadra lavora bene, siamo un bel gruppo con le idee molto chiare. Anche oggi abbiamo visto quanto sia competitiva la MotoGP, con 20 piloti in meno di un secondo. Una bella battaglia per tutti i fans. Ora il nostro obiettivo è centrare la Q2, sarebbe un ulteriore dimostrazione della nostra crescita costante" ha detto Iannone. . 

Leggi anche:

"Anche Aleix ha finito a ridosso della top-ten, in scia al compagno dell’Aprilia Racing Team Gresini, col tempo di 1’39"697. Per lui la prima giornata ha fornito buone indicazioni sul passo sulla distanza, dunque questo approccio continuerà anche domani visto che per il numero 41, considerate le caratteristiche della gara che ci si attende, potrebbe essere la performance nella seconda metà di corsa uno dei fattori decisivi.

"Una giornata niente male, con la gomma media abbiamo girato in 40 medio e con la morbida in 39 medio/alto. Sarebbero bastati 3 o 4 decimi per finire la giornata addirittura tra i primi cinque ma quello che dobbiamo fare è rimanere concentrati sulla gara. Abbiamo visto tutti che il consumo della gomma posteriore qui è molto forte e dovremo lavorare per evitare il più possibile lo spin della gomma, perché sono sicuro che la gara vera inizierà dopo almeno dieci giri. Se saremo a posto nella seconda parte di corsa potremo lottare per posizioni importanti" ha detto Espargaro.

Scorrimento
Lista

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
1/10

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
2/10

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresin

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresin
3/10

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
4/10

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresin

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresin
5/10

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
6/10

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
7/10

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
8/10

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
9/10

Foto di: Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini, Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini, Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
10/10

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

 
Articolo successivo
Marquez: "Dovizioso va forte su una pista dove l'anno scorso soffriva"

Articolo precedente

Marquez: "Dovizioso va forte su una pista dove l'anno scorso soffriva"

Articolo successivo

Lorenzo: "La Ducati mi ha insegnato a crederci e ad essere paziente"

Lorenzo: "La Ducati mi ha insegnato a crederci e ad essere paziente"
Carica i commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie