Iannone positivo alle contro-analisi: "La moto è la mia vita"

Andrea Iannone, in una lunga intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, ha raccontato del dramma che sta vivendo in questi ultimi mesi.

Iannone positivo alle contro-analisi: "La moto è la mia vita"
Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
Bradley Smith, Aprilia Racing Team Gresini, Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini
Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

La vicenda che ha colpito Andrea Iannone in queste ultime settimane ha del surreale. Difficilmente infatti ci siamo trovati davanti a casi di doping nel mondo dei motori. Purtroppo, per ora, per il rider di Vasto è stata confermata la positività nelle contro-analisi. Ad incoraggiare la difesa però c'è il dato riscontrato nel campione B, che è di esigua entità.

Secondo Iannone, infatti, la positività alla sostanza in questione sarebbe dovuta ad assunzione inconsapevole per contaminazione alimentare. La sospensione però purtroppo resta e Andrea, con buona probabilità, sarà costretto quantomeno a saltare tutti i test pre-stagionali. La speranza sua e dell'Aprilia comunque è di vederlo in pista l'8 marzo, quando scatterà il primo GP dell'anno.

Durante una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport, Andrea Iannone ha così raccontato il momento in cui ha appreso la notizia: "Pensavo di essere protagonista involontario di un film. Per uno sportivo che ha fatto tanti sacrifici è un trauma. Nel 2018 ero nel sistema del passaporto biologico della Wada dove vengono sorteggiati 5 piloti che poi devono essere sempre reperibili e avvisare degli spostamenti per i controlli. Infatti sono stato testato almeno 3 volte in Asia, ma anche fuori".

Leggi anche:

The Maniac ha anche parlato del peso di affrontare l'opinione pubblica in questi casi: "Se hai la coscienza a posto possono dirti quello che vogliono. Io di marchi addosso non me ne sento. Non sto preparando un piano B, la cosa principale è andare forte con l'Aprilia. La moto è la mia vita non sono così sciocco da giocarmela per altre cose".

In questo momento così difficile a scendere in campo ci ha pensato anche l'Aprilia che ha mostrato con fermezza di essere accanto ad Andrea e lui ha molto apprezzato: "Li ho sentiti vicino come una famiglia e non me lo sarei mai aspettato. Per me questa cosa vale come una vittoria".

Infine Iannone si è concentrato sull'aspetto agonistico: "L'Aprilia sta lavorando molto e sono curioso di provare la moto, mi dicono che abbia già parametri interessanti. Io sono un guerriero in moto, non ho mai fatto il compitino. Ho una responsabilità nei confronti dell'Aprilia e di quello che dice la gente non mi interessa nulla".

 

 

 

condividi
commenti
Iannone: positività confermata, ma il quantitativo è esiguo

Articolo precedente

Iannone: positività confermata, ma il quantitativo è esiguo

Articolo successivo

Iannone: "La moto è la mia vita, non me la voglio giocare così"

Iannone: "La moto è la mia vita, non me la voglio giocare così"
Carica i commenti