MotoGP
28 mar
Prove Libere 1 in
17 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
23 giorni
G
GP d'Argentina
08 apr
Postponed
G
GP delle Americhe
15 apr
Postponed
G
GP del Portogallo
16 apr
Prossimo evento tra
37 giorni
G
GP di Spagna
29 apr
Prossimo evento tra
50 giorni
G
GP di Francia
13 mag
Prossimo evento tra
64 giorni
G
GP d'Italia
27 mag
Prossimo evento tra
78 giorni
G
GP della Catalogna
03 giu
Prossimo evento tra
85 giorni
G
GP di Germania
17 giu
Prossimo evento tra
99 giorni
G
GP d'Olanda
24 giu
Prossimo evento tra
106 giorni
G
GP di Finlandia
08 lug
Prossimo evento tra
120 giorni
G
GP d'Austria
12 ago
Prossimo evento tra
155 giorni
G
GP di Gran Bretagna
26 ago
Prossimo evento tra
169 giorni
G
GP di Aragon
09 set
Prossimo evento tra
183 giorni
G
GP di San Marino
16 set
Prossimo evento tra
190 giorni
G
GP del Giappone
30 set
Prossimo evento tra
204 giorni
G
GP d'Australia
21 ott
Prossimo evento tra
225 giorni
G
GP di Malesia
28 ott
Prossimo evento tra
232 giorni
G
GP di Valencia
11 nov
Prossimo evento tra
246 giorni

Iannone: "La MotoGP è il mio mondo, accetto solo di stare qui"

Dopo la discussa squalifica di 4 anni per doping, il pilota di Vasto è arrivato a Valencia per ringraziare chi gli è stato vicino ed ha detto chiaramente di volere un futuro ancora nel paddock della MotoGP, senza rivelare in quale possibile ruolo.

Iannone: "La MotoGP è il mio mondo, accetto solo di stare qui"

La ferita è ancora fresca e profonda, ma oggi Andrea Iannone ha trovato la forza per presentarsi nel paddock di Valencia per salutare e ringraziare tutte le persone che gli sono state vicine in quello che probabilmente è stato l'anno più duro non della sua carriera, ma della sua vita.

Martedì il pilota di Vasto ha ricevuto una mazzata devastante: il TAS ha respinto il suo appello contro la squalifica di 18 mesi che gli era stata imposta dalla FIM per la positività al Drostonalone riscontrata al GP della Malesia dello scorso anno, ed accogliendo invece quello della WADA, che chiedeva un inasprimento della pena. Il risultato è stato una squalifica di 4 anni, che scadrà a dicembre del 2023.

Un verdetto pesante, che il TAS ha aspresso giudicando non dimostrabile oltre ogni ragionevole dubbio la contaminazione alimentare, che invece gli era stata riconosciuta in primo grado. Per Iannone quindi si chiudono le porte dell'Aprilia, che lo aveva aspettato fino ad ora, credendo alla sua innocenza. Ed è per questo che si è sentito in dovere di recarsi a Valencia, dove è stato intercettato dai microfoni di Sky Sport MotoGP HD.

"Non è il momento di parlare della sentenza, perché è devo disintossicarmi da questa situazione che mi porto dietro da un anno. Sicuramente è una cosa molto pesante per me da digerire, ma sono venuto qui perché sentivo di dover ringraziare tutta la famiglia della MotoGP, che non mi ha mai abbandonato in questo lungo e travagliato periodo" ha detto Iannone.

"Inoltre non avrei avuto l'opportunità di rivedere le persone di Aprilia Racing, che mi hanno accompagnato l'anno scorso e in questo momento difficile".

Leggi anche:

"Massimo (Rivola) è stata una persona straordinaria, ma tutto il Gruppo Piaggio mi ha supportato. Voglio ringraziare tutti, perché non mi aspettavo tutto questo affetto, anche dalle persone a casa. Sono stati fantastici e non me lo dimenticherò mai".

La squalifica è lunga, ma era inevitabile domandargli se ha già fatto un pensiero all'idea di riprendere l'attività una volta che sarà terminata. Un messaggio molto chiaro per lo ha mandato: il suo obiettivo è quello di continuare a lavorare nel mondo della MotoGP, per il ruolo ci sarà il tempo per capirlo.

"Devo ancora digerirla questa cosa, quindi posso parlare solo come se fossi ancora un pilota. Non ho mai fatto altro al di fuori di questo. Sicuramente potrebbero aprirsi tante strade per fare cose diverse, come era già successo ma non ho accettato".

"Questo è il mio mondo, questa è la mia vita ed accetto solo di stare qui dentro per il momento. In che modo e in che veste, questo lo scopriremo. Dobbiamo assolutamente continuare a lottare per il nostro sport, perché quello che è accaduto non è una cosa che possiamo digerire".

Quando gli è stato detto che comunque non ci sarebbe nulla di male anche a fare altre attività al di fuori del paddock, ha aggiunto: "Non sono uno che resta a casa senza fare niente. Ho il bisogno di fare qualcosa, ma sicuramente cercherò di dare più supporto possibile alle persone in questo mondo, perché sono cresciuto qui e ho passato la maggior parte della mia vita qui dentro".

"Ho delle conoscenze che potrebbero essere utili e proverò a trarre beneficio da questa cosa. Io ringrazio tutti di cuore, ma è andata così e adesso dobbiamo andare avanti, cercando di fare tante cose belle e senza darci per sconfitti" ha concluso.

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
MotoGP, Valencia, FP3: Morbidelli vola, Quartararo e Rins in Q1

Articolo precedente

MotoGP, Valencia, FP3: Morbidelli vola, Quartararo e Rins in Q1

Articolo successivo

LIVE MotoGP, GP Comunità Valenciana: Libere 4 e Qualifiche

LIVE MotoGP, GP Comunità Valenciana: Libere 4 e Qualifiche
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Valencia
Location Valencia
Piloti Andrea Iannone
Autore Matteo Nugnes