Iannone: "Fino a Valencia farò del mio meglio con la Suzuki, poi penserò solo all'Aprilia"

condividi
commenti
Iannone:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
01 nov 2018, 10:09

Non poter continuare l'avventura con la Suzuki, vista la grande crescita delle ultime gare, è un po' un rammarico per il pilota di Vasto, che però ha ribadito di essere molto carico in vista dell'inizio della nuova sfida con l'Aprilia dai test di Valencia.

Andrea Iannone vuole godersi le ultime due gare in sella alla Suzuki prima di cominciare a pensare all'Aprilia. Nelle ultime gare, il pilota di Vasto ha dimostrato di aver instaurato un grande feeling con la sua GSX-RR, come certificato anche dal bellissimo secondo posto di Phillip Island.

La speranza è di riuscire a confermarsi tra i migliori anche in Malesia, anche se nei test pre-campionato di Sepang non aveva ottenuto indicazioni troppo positive. Da allora però la sua moto è progredita parecchio, quindi Andrea non ha nascosto il suo ottimismo.

"Sicuramente stiamo vivendo un momento molto positivo, quindi sicuramente abbiamo delle buone possibilità. Siamo partiti dal Giappone, dove abbiamo disputato un buon weekend. In Australia siamo riuscito a fare anche meglio e qui vediamo cosa possiamo fare. L'anno scorso i test erano stati molto buoni qui, invece quest'anno ho fatto un po' fatica su questa pista. In teoria, però, ho delle buone sensazioni in moto, quindi sono ottimista" ha detto Iannone.

Il tracciato malese ha due rettilinei molto lunghi e questi non sono esattamente il punto di forza della Suzuki, ma secondo Iannone la cosa più importante è sistemare la moto in frenata per sfruttarne l'ottima velocità di percorrenza.

"Senza ombra di dubbio soffriamo molto sui rettilinei, ma per noi è normale, ormai non ci faccio neanche più caso. So che guadagnamo un po' a centro curva e perdiamo in rettilineo. In ogni caso, la cosa prioritaria e più importante è riuscire ad essere competitivi in frenata, perché nel momento in cui non riusciamo a rallentare bene diventa tutto più difficile. Questa deve essere una priorità per noi, anche perché qui ci sono molte staccate importanti".

Come aveva già sottolineato in Australia, un po' di rammarico c'è per non poter continuare con la Suzuki anche il prossimo anno, anche se ha ribadito di essere particolarmente carico in vista della prossima avventura con l'Aprilia.

"Penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro in questi due anni, che la Suzuki sia cresciuta molto. Penso che sia palese per tutti che avremmo avuto delle buonissime possibilità continuando insieme. Non sarò così, ma sono comunque contento per quello che mi aspetta: sarà una sfida interessante, che mi aspetto di poter portare a termine nel migliore dei modi. Da qui a Valencia resterò concentrato sul presente e cercherò di fare del mio meglio. Ma da dopo la gara penserò già ad altro, che diventerà la priorità".

Quando poi gli è stato chiesto se pensa di poter addirittura puntare al Mondiale con la Casa di Noale, ha aggiunto: "Penso di essere un pilota che ha la capacità per stare al top. Per lottare per il Mondiale però bisogna allestire un pacchetto complesso ed è una cosa che non si forma in due anni. Adesso è inutile pensare a quello che poteva essere, pensiamo a quello che sarà".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Scorrimento
Lista

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
1/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
2/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Il secondo classificato Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Il secondo classificato Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
3/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
4/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
5/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Il secondo classificato Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Il secondo classificato Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
6/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
7/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
8/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Podio: il secondo classificato Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Podio: il secondo classificato Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
9/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
10/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
11/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Podio: il vincitore della gara Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing, il secondo classificato Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP, il terzo classificato Andrea Dovizioso, Ducati Team

Podio: il vincitore della gara Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing, il secondo classificato Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP, il terzo classificato Andrea Dovizioso, Ducati Team
12/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
13/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
14/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
15/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
16/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
17/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
18/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
19/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
20/20

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Articolo successivo
Petrucci: "A Motegi ho fatto una gara di m***a, ma è stata la chiave di volta di questo periodo"

Articolo precedente

Petrucci: "A Motegi ho fatto una gara di m***a, ma è stata la chiave di volta di questo periodo"

Articolo successivo

Dovizioso: "Pirro mi ha detto che la Ducati 2019 sembra stia andando già bene..."

Dovizioso: "Pirro mi ha detto che la Ducati 2019 sembra stia andando già bene..."
Carica i commenti